Come la Blockchain rivoluzionerà le nostre vite?
blockchain vite.jpg

Come può la tecnologia Blockchain cambiare la nostra vita?
L'impatto sociale della tecnologia blockchain ha già iniziato a realizzarsi e questa potrebbe essere solo la punta dell'iceberg. Le criptovalute hanno già sciolto i dubbi sui servizi finanziari attraverso i portafogli digitali, il lancio di sportelli automatici e la fornitura di prestiti e sistemi di pagamento.

Se si considera il fatto che oggi ci sono più di 2 miliardi di persone nel mondo senza un conto in banca, tale cambiamento è sicuramente un cambiamento di vita e non può che essere positivo.


Forse il passaggio alle criptovalute sarà più facile per i paesi in via di sviluppo rispetto al processo della moneta legale e delle carte di credito. In un certo senso, è simile alla trasformazione che i paesi in via di sviluppo hanno avuto con i telefoni cellulari. È stato più facile acquisire grandi quantità di telefoni cellulari che fornire una nuova infrastruttura per i telefoni fissi.

Il decentramento lontano dai governi e dal controllo sulla vita delle persone sarà probabilmente accettato da molti e le implicazioni sociali possono essere piuttosto significative. Basti considerare l'ondata di furti di identità che hanno colpito le notizie negli ultimi anni. Affidare il controllo dell'identificazione alle persone eliminerebbe certamente tali eventi e consentirebbe alle persone di rivelare informazioni con fiducia.

Oltre a garantire l'accesso ai servizi bancari ai più svantaggiati, una maggiore trasparenza potrebbe anche aumentare il profilo e l'efficacia degli enti di beneficenza che operano nei paesi in via di sviluppo che ricadono sotto governi corrotti o manipolatori. Un maggiore livello di fiducia in dove va il denaro e chi ne beneficia porterebbe sicuramente a maggiori contributi e sostegno per i bisognosi in parti del mondo che hanno un disperato bisogno di aiuto. Ironia della sorte, e non in linea con l'opinione pubblica, la blockchain può costruire un sistema finanziario basato sulla fiducia.

Facendo un ulteriore passo avanti, la tecnologia blockchain è ben posizionata per rimuovere la possibilità di brogli elettorali e tutti gli altri aspetti negativi associati al processo attuale. In alcuni paesi, abbiamo sentito di elettori intimiditi o peggio per seggi elettorali che sono stati chiusi dai governi nel tentativo di controllare i risultati in un mondo in cui la vera democrazia è stata messa in discussione.

I problemi con il processo elettorale non sono certamente confinati ai paesi in via di sviluppo. Le elezioni presidenziali statunitensi dello scorso anno sono un esempio calzante, in cui le accuse di pirateria informatica da parte della Russia mettono in dubbio se il risultato sia stato democratico o truccato a favore dei repubblicani o forse dei russi. Che ci crediate o meno, Blockchain può effettivamente risolvere alcuni di questi problemi. Naturalmente, con una nuova tecnologia, ci saranno nuovi ostacoli e problemi, ma il ciclo continua e quei nuovi problemi verranno risolti con soluzioni più sofisticate.

Un registro decentralizzato fornirebbe tutti i dati necessari per registrare con precisione i voti su base anonima e verificare l'accuratezza e se ci fosse stata qualche manipolazione del processo di voto. L'intimidazione sarebbe inesistente con gli elettori in grado di esprimere il proprio voto nella privacy della propria casa.

Forse il più grande impatto sociale della tecnologia blockchain è qui.

Le banche temono la blockchain!
Si stima che i risparmi sui costi nel settore bancario vadano da $ 16 miliardi a $ 20 miliardi all'anno attraverso l'adozione della tecnologia blockchain.

Tuttavia, non è solo il risparmio sui costi. Se facciamo un ulteriore passo avanti, ci sarebbe bisogno dei mercati azionari come li conosciamo oggi? Le criptovalute potrebbero sostituire le azioni tradizionali di società, quotate o non quotate e la tecnologia blockchain gestirebbe e registrerebbe quindi il trasferimento di azioni per una determinata società su un registro decentralizzato. Forse non accadrà domani, ma potrebbe essere la realtà.

Gli intermediari non sarebbero più necessari e si potrebbe vedere la fine degli intermediari tradizionali di oggi.

La migrazione dal denaro fisico a quello virtuale sembrerebbe quindi inevitabile: il sentimento del mercato guida il valore delle criptovalute come gli indicatori economici guidano le valute cartacee oggi.

Quale sarebbe lo scopo delle banche centrali quando l'uso della carta moneta crolla a favore della moneta virtuale? Il Giappone ha già adottato le criptovalute come moneta a corso legale. Mentre il mercato continua ad evolversi, altri seguiranno.

Se i banchieri centrali vogliono continuare a godersi le loro giornate sotto i riflettori, dovranno recuperare il ritardo. Una funzione che resta carente è quella regolamentare. Togliendo il controllo ai governi, forse le banche centrali alla fine diventeranno equivalenti a comitati di sorveglianza. Elaborazione del quadro normativo e mappatura del progressivo inserimento della tecnologia blockchain nel sistema finanziario. Alcuni potrebbero obiettare che una tale funzione avrebbe un valore molto maggiore.

Le prospettive per la tecnologia blockchain sembrano brillanti e i guadagni ottenuti dall'adozione della tecnologia saranno al di là della comprensione. Il modo in cui verrà adottata la tecnologia sarà in definitiva la chiave per i vantaggi che ne deriveranno per i mercati finanziari e per il mondo in generale.

Per ora, le più grandi banche e banche centrali del mondo hanno iniziato a investire capitali significativi nell'uso della tecnologia blockchain. Mentre i CEO delle banche sono stati generalmente sprezzanti nei confronti di Bitcoin, la visione è abbastanza diversa quando si tratta della tecnologia sottostante.

È probabile che le prime mosse siano le più grandi banche del mondo che vorranno anticipare la curva per evitare di essere lasciate indietro. JPMorgan Chase & Co (JPM: N) ha annunciato a ottobre di aver lanciato un nuovo sistema di pagamento che utilizza la tecnologia blockchain in collaborazione con Royal Bank of Canada (RY:TO) e Australia and New Zealand Banking Group (ANZ:AX).

Le tre banche non sole con IBM sono state incaricate da vari gruppi di rinnovare i processi interni utilizzando la tecnologia blockchain. Anche Microsoft è presente e probabilmente sarà uno dei leader del gruppo. La velocità con cui si muovono le banche è un'indicazione di quanto abbiano paura di ciò che la blockchain potrebbe significare per loro.

Le banche centrali non saranno molto indietro...

Blockchain non è solo Bitcoin, è molto di più
Dopo aver discusso dell'impatto positivo che la tecnologia blockchain può avere sulla democrazia, ci sono innumerevoli altre aree in cui la tecnologia blockchain può avere un effetto drammatico. Alcuni esempi includono:

Supply Chain: la capacità di tracciare gli alimenti dalla fattoria allo scaffale è una di quelle che ha recentemente fatto notizia. IBM ha annunciato di aver iniziato a lavorare con i fornitori di generi alimentari più grandi, tra cui Nestlé e Walmart, per sfruttare la tecnologia blockchain. Di particolare interesse per il cibo, i fornitori sono in grado di identificare la fonte di contaminazione alimentare, oltre a essere in grado di tracciare il produttore all'interno della catena di approvvigionamento alimentare. Oltre al cibo, la trasparenza della blockchain può anche dare ai consumatori la vera fonte di manufatti, che è diventata importante nella società di oggi.

Settore Energetico: il trading di energia con l'utilizzo della blockchain potrebbe consentire al consumatore di vendere l'energia in eccesso ai propri vicini, togliendo il controllo alle società di servizi. Simile ai mercati finanziari, potrebbe anche esserci una gamma di prezzi in quanto l'offerta e la domanda determinano il prezzo.

Governi: i governi hanno già avviato progetti pilota per incorporare la tecnologia blockchain nelle loro operazioni quotidiane. L'intenzione è quella di ottenere i guadagni di efficienza che la tecnologia può fornire. Nel Regno Unito, il governo ha utilizzato la tecnologia blockchain nell'erogazione dei prestiti agli studenti e anche per monitorare il pagamento dei benefici ai non privilegiati. L'opinione del governo è che la blockchain potrebbe ridurre la corruzione, il numero di casi di frode e i costi allontanandosi dall'attuale uso della carta.

Altrove, i governi stanno cercando di utilizzare la tecnologia per la tenuta dei registri, compresi gli atti di proprietà fondiaria. L'uso del libro mastro potrebbe, infatti, essere utilizzato per registrare il trasferimento di titoli e atti di proprietà.

Sanità: la rimozione della documentazione cartacea nel sistema sanitario e la messa a disposizione delle cartelle cliniche dei pazienti senza il rischio di pirateria informatica o perdite. Inoltre, un registro decentralizzato di dati medici potrebbe persino essere in grado di fornire i punti dati necessari per supportare la lotta contro virus e malattie.

Industria musicale: la protezione dei diritti e la distribuzione dei guadagni all'interno dell'industria musicale è una considerazione chiave, poiché l'industria esamina i modi per adottare la tecnologia. Rimuovere la capacità di pirateria e consentire agli ascoltatori di scaricare musica archiviata sulla blockchain, pagare la musica con criptovaluta sarebbe uno dei cambiamenti di paradigma nel settore. Significherebbe anche che le persone giuste vengano pagate... Potrebbe essere la morte dei distributori, ma è improbabile che gli artisti del settore perdano il sonno per una simile prospettiva. I progetti sono già stati pubblicati in un registro blockchain decentralizzato che dovrebbe risolvere i problemi dei diritti e dei pagamenti.

Il primo artista a utilizzare le criptovalute nell'industria musicale è stato Bjork con l'uscita di un nuovo album che offre agli acquirenti 100 Audiocoin.

Questi sono solo un piccolo numero di esempi. La tecnologia blockchain viene esplorata in tutti i principali settori e con molte industrie che stanno già lanciando progetti pilota, gli scettici potrebbero dover mangiare le loro parole.

La rivoluzione della blockchain: il tempo lo dirà
Resta da vedere se la tecnologia blockchain, infatti, diventerà parte della vita di tutti i giorni. Mentre le aspettative gonfiate hanno sollevato la possibilità di porre fine alle banche centrali e alle loro responsabilità come le conosciamo oggi, la fine del sistema finanziario centralizzato è forse un passo troppo lontano per ora.

L'attuale sistema che i sistemi bancari e l'economia globale funzionano quotidianamente è ancora fondato nella nostra vita sociale. Rimuovere la responsabilità di supervisione delle banche centrali e consegnarla al pubblico in generale è un passo impensabile, ma ciò non significa che alcune qualità della tecnologia blockchain e dell'ethos del decentramento non possano essere adottate.

I regni delle possibilità sono infiniti e, insieme alle società e al sistema bancario, le banche centrali stanno ora esplorando le possibilità e il modo in cui la tecnologia blockchain può essere incorporata nel sistema finanziario. Il fatto che le banche centrali stiano esplorando la tecnologia suggerisce che esiste una mente aperta ad abbracciare la tecnologia blockchain.

Dopotutto, le banche centrali sono in grado di decentralizzarsi dai rispettivi governi. Quindi questa sarebbe solo un'evoluzione dell'indipendenza su cui le banche centrali dovrebbero lavorare oggi. Una possibilità è quella di creare una rete peer-to-peer composta dalle più grandi menti economiche di oggi e di domani. Ciò libererebbe le banche centrali da possibili pressioni dei rispettivi governi, eliminerebbe il fenomeno della guerra valutaria visto dalla crisi finanziaria globale e porrebbe fine alle accuse di alcune economie che godono di condizioni commerciali più favorevoli. E non dimentichiamo la stampa del "libero arbitrio" di denaro che ha messo un cerotto sui problemi del debito dei governi di tutto il mondo.

Il tempo dirà come si evolverà la blockchain, ma una cosa sembra essere certa oggi. Lo status quo non è più un'opzione e il cambiamento è necessario.