Double Spending (Il problema della doppia spesa)
doublee.webp

La doppia spesa è un problema informatico importante che deve essere risolto da ogni criptovaluta. In caso contrario, la criptovaluta in questione è essenzialmente priva di valore poiché chiunque può duplicare una transazione con la valuta in qualsiasi momento.

  • "Doppia spesa" significa che le stesse unità di una valuta possono essere spese due volte

  • Una doppia spesa distruggerebbe la fiducia in una criptovaluta

  • Le criptovalute impediscono la doppia spesa utilizzando una blockchain grazie alla sinergia tra un ledger aperto e degli algoritmi crittografici

In questa lezione imparerai il concetto di doppia spesa.

"Doppia spesa" significa che le stesse unità di una criptovaluta potrebbero potenzialmente essere spese due volte, quindi è fondamentale eliminare tecnologicamente questa possibilità.

Una doppia spesa sostanzialmente distruggerebbe il fondamento tecnologico su cui si fonda una blockchain – un database che non solo è a prova di manomissione, ma registra anche ogni transazione avvenuta all'interno della rete. Pertanto, la possibilità di poter eseguire una doppia spesa comprometterebbe fondamentalmente la fiducia in una criptovaluta come il Bitcoin o qualsiasi altro database blockchain.

Un'analogia simile per spiegare questo dilemma è il "Problema dei generali bizantini", che affronta la sfida sostenuta da più parti, che nutrono una sfiducia reciproca, quando costituiscono una joint venture in cui devono cooperare per vincere. 

Il problema dei generali bizantini è un esperimento mentale che ha lo scopo di illustrare la questione del disaccordo tra giocatori in un sistema decentrato. In questo esempio, solo un attacco coordinato di tutti i generali che controllano il proprio esercito porta alla vittoria. Non appena un generale diserta o attacca un altro generale, la battaglia è persa.

Analogamente, le criptovalute devono avere la "Byzantine Fault Tolerance" (o BFT, letteralmente "Tolleranza agli errori bizantini") integrata nel proprio protocollo. L'espressione "Byzantine Fault Tolerance" (BFT) significa che un sistema informatico deve continuare a funzionare in modo soddisfacente anche se si verificano errori o malfunzionamenti, o se alcuni partecipanti non si comportano secondo i piani e tentano di frodare il sistema. 

La tecnologia blockchain impedisce la doppia spesa attraverso la tecnologia di condivisione file peer-to-peer in sinergia con la crittografia a chiave pubblica.

In linea con ciò, gli assetti proprietari delle criptovalute sono registrati nella blockchain, un ledger pubblico, mentre vengono simultaneamente confermati dai protocolli crittografici e dalla community delle criptovalute.

Poiché tutte le transazioni sono registrate in modo aperto e crittografate in un ledger aperto che gira simultaneamente su migliaia di computer in tutto il mondo, tutti vedono le transazioni già effettuate. 

Nel caso del Bitcoin, le transazioni sono verificate dai miner che assicurano che tutte le transazioni durante il processo di verifica siano irreversibili, definitive e non possano essere modificate computazionalmente, risolvendo così con successo il problema potenziale della doppia spesa.