CORSO BASE BITCOIN.png

Mining

Se non esiste una banca che controlli saldi o bonifici, chi si occupa della registrazione delle operazioni? Qui è dove il famoso mining di bitcoin. I miner sono proprio quelle persone che configurano i loro dispositivi per verificare le transazioni. 

In cambio di questo sforzo, il sistema fornisce loro bitcoin che non sono ancora in circolazione. L'importo che ricevono è destinato a coprire i costi elettrici dei lavori eseguiti a favore della rete.

Poiché sono sempre molte le persone che svolgono questa attività, il servizio per l'utilizzo di Bitcoin è completamente garantito. Ciò ha fatto sì che il suo utilizzo non smettesse di aumentare durante i più di dieci anni in cui opera, diventando così la prima rete di transazioni governata dagli utenti e anche la più sicura e potente al mondo.

Come si fa Bitcoin Mining?

Nella blockchain di Bitcoin la validazione delle operazioni avviene tramite nodi (computer o dispositivi) connessi alla rete, detti minatori.

I minatori sono incaricati di generare i nuovi blocchi aggiungendoli alla fine della catena. E come prevede il protocollo Bitcoin, devono eseguire questo processo ogni 10 minuti circa. Ogni blocco estratto contiene una registrazione dettagliata delle diverse transazioni effettuate in ciascun periodo. E che dopo essere stati aggiunti alla fine della blockchain, aggiornano il loro registro.

Per creare un nuovo blocco, i minatori devono passare attraverso un processo complesso per risolvere un problema matematico. Quando si trova una soluzione valida per la rete, allora "minato" significa un nuovo blocco che verrà aggiunto alla blockchain in consenso.

Il minatore che trova la soluzione riceverà un ricompensa dal nuovo blocco. 

Se vuoi conoscere più in dettaglio il processo di mining di Bitcoin, ti consigliamo di visitare questo articolo di Finbase Academy.