CORSO BASE BITCOIN.png

Satoshi Nakamoto: il creatore di Bitcoin

Satoshi Nakamoto è un nome che è rimasto nella storia dell'umanità stessa, una pietra miliare alla portata di pochissimi. Ciò è dovuto al fatto di essere la prima persona a creare una moneta puramente digitale, incentrata sulla privacy, trasparente, globale, di libero accesso, gratuita, di emissione decentralizzata, completamente slegata da banche centrali, governi e decisioni politiche, e senza bisogno di intermediari censurare. .

Sicuramente lo sapevi già, ma sapevi che Satoshi Nakamoto non è stato il primo a provare a ottenere qualcosa del genere? O che Satoshi Nakamoto ha riutilizzato concetti e idee creati in precedenza?

Qualcosa è chiaro, Satoshi Nakamoto è un genio. Tuttavia, contrariamente a quanto si possa pensare, il suo genio non è venuto dall'inventare qualcosa di nuovo in quanto tale, qualcosa da zero. Nasce dalla creatività, tra l'altro, dal mettere insieme cose diverse che già esistevano.

Le basi di Bitcoin, ovvero la sua matematica e crittografia, sono basi con migliaia di anni di storia, ma Satoshi ha utilizzato strumenti e conoscenze crittografiche generate, principalmente, pochi decenni fa.

Questa ispirazione non aveva a che fare solo con gli algoritmi, ma anche con le correnti di pensiero.

Poi voglio citare quelle persone che hanno fortemente influenzato la parte tecnica, ma anche nel pensiero, e in che modo lo hanno fatto. Ricorda che se vuoi saperne di più su qualcuno di loro, hai un file completo per ognuno di loro nella sezione "Chi ha inventato Bitcoin?" della Finbase Academy.

Influenza del pensiero

Qui possiamo evidenziare gli architetti del movimento Cypherpunk:

  • Timothy C.May

  • Eric Hughes

  • John Gilmore

  • John Perry Barlow

Tutti loro sono stati parte attiva nel movimento, creando documenti come il Manifesto criptoanarchico, il Cyphernomicon o la Dichiarazione di indipendenza del cyberspazio.

Influenza tecnica

La linea di pensiero ha contribuito a mantenerlo motivato, ma la conoscenza tecnica era essenziale. Inoltre, lo studio del lavoro di altri precursori che, in un modo o nell'altro, hanno compiuto passi decisivi verso l'obiettivo di creare denaro come Bitcoin.

Tale è stata l'influenza che anche lo stesso Satoshi Nakamoto ha fatto riferimento ad alcuni di loro nei riferimenti alla fine del whitepaper di Bitcoin.

  • Ralph Merkle - Merkle Tree

  • Cynthia Dwork - Prova di lavoro

  • Philip R. Zimmermann - PGP

  • Hal Finney - RPOW

  • W. Scott Stornetta - Prototipo Blockchain

  • David Chaum - Digicash

  • Adam Back - Hashcash

  • Wei Dai - BMoney

  • Nick Szabo - BitGold e smart contract

Creatività al potere

È incredibile ma, io che sono stato coinvolto nell'informatica da quando ho memoria (e sono nato nel 1986) non avevo mai sentito parlare delle persone che ho menzionato sopra fino a quando non sono arrivato a studiare Bitcoin.

Notare la dedizione che ha dovuto avere Satoshi per raccogliere una tale quantità di conoscenza, in anni in cui le informazioni non scorrevano facilmente come ora.

Era certamente un genio. Satoshi è stato in grado di mettere insieme pezzi sconosciuti ai comuni mortali, pezzi vecchi di decenni, ottenendo qualcosa che avrebbe cambiato la storia dell'umanità.

Ma non è solo questo, in Satoshi molte cose si sono unite:

  • Il contesto socio economico dopo la crisi finanziaria del 2007,

  • era motivato dalle correnti di pensiero che seguiva,

  • conoscenza del passato (come è stato informato),

  • l'iniziativa di agire,

  • formazione tecnica per comprendere i lavori passati,

  • un'enorme creatività per combinare tutti quei pezzi diversi in qualcosa di nuovo su carta,

  • la capacità tecnica di passare dalla teoria alla pratica con una prima versione del codice,

  • una visione trasgressiva,

  • la strategia nella progettazione e nella sua crescita,

  • … tra tante altre cose.