• Leonardo Trincia

Binance limita i servizi agli utenti russi a rispettare le sanzioni dell'UE

A seguito dell'ultimo round di restrizioni dell'UE contro la Russia, lo scambio di risorse digitali Binance sta limitando i servizi ai clienti russi. La società si è impegnata a guidare il settore nell'attuazione delle sanzioni e ha esortato tutte le principali piattaforme commerciali a seguire



Binance, il principale scambio di criptovalute al mondo, sta limitando i servizi per i cittadini russi o le persone fisiche residenti in Russia e le persone giuridiche stabilite nella Federazione Russa che hanno risorse crittografiche che superano i 10.000 € (10.800 dollari) di valore.


La mossa è conforme al quinto pacchetto di sanzioni dell'Unione Europea alla Russia, ha affermato la società in un annuncio giovedì. All'inizio di aprile, gli Stati membri dell'UE hanno deciso di vietare la fornitura di servizi di criptovalute "di alto valore" alle imprese e ai cittadini russi in risposta all'invasione militare in corso dell'Ucraina da parte di Mosca.


Binance ora richiede ai clienti di completare la verifica dell'indirizzo . I conti che si classificano in base a questa restrizione verranno messi in modalità di solo prelievo, ha spiegato lo scambio, e ai loro titolari non sarà consentito effettuare depositi o negoziare. Lo stesso vale per spot, futures, custodia wallet e depositi con staking e guadagnati.


Inoltre, tutti i depositi su conti per cittadini e residenti russi o persone giuridiche con sede in Russia con oltre € 10.000 saranno limitati. Gli utenti con posizioni future/derivate aperte che hanno saldi superiori a tale importo avranno 90 giorni per chiuderle e non potranno aprire nuove posizioni.


Allo stesso tempo, i conti di cittadini russi residenti al di fuori della Federazione Russa e quelli di cittadini russi, residenti e società in Russia che rimangono al di sotto della soglia di € 10.000 non saranno interessati e rimarranno attivi, ha sottolineato Binance.


“Sebbene queste misure siano potenzialmente restrittive per i normali cittadini russi, Binance deve continuare a guidare il settore nell'attuazione di queste sanzioni. Riteniamo che tutti gli altri principali scambi debbano seguire presto le stesse regole", ha affermato la società.


Le reazioni al conflitto in Ucraina sono variate tra gli scambi di criptovalute. Mentre le principali piattaforme sudcoreane hanno limitato l'accesso dei russi giorni dopo l'invasione del loro paese, le principali piattaforme globali, tra cui Binance, hanno negato la richiesta del governo di Kiev di congelare unilateralmente gli account di tutti gli utenti russi.


All'inizio di marzo, il CEO di Binance Changpeng Zhao ha detto a Bloomberg che lo scambio stava congelando i conti di individui russi sanzionati, ma ha insistito sul fatto che bloccare l'accesso alla piattaforma a tutti i russi sarebbe "non etico". L'esecutivo ha anche respinto le preoccupazioni secondo cui le criptovalute potrebbero aiutare Mosca a eludere le sanzioni occidentali.

1 visualizzazione