• Leonardo Trincia

Bitcoin rafforza la correlazione con S&P 500

La correlazione di Bitcoin con l'S&P 500 è recentemente aumentata, il che significa che le azioni potrebbero essere un'area da tenere d'occhio quando si fanno previsioni sui prezzi per l'asset digitale numero uno



Sulla base di dati recenti, questa tendenza potrebbe continuare poiché il bitcoin sta iniziando a muoversi di più in tandem con l'S&P 500.



Con gennaio che tende a essere un mese chiave per valutare come potrebbero essere i rendimenti di fine anno per le azioni, i fan delle criptovalute dovrebbero tenere d'occhio l'S&P per indizi su come bitcoin potrebbe finire l'anno, ha affermato Nicholas Colas, co-fondatore di DataTrek Research.


"Se le azioni sono in calo a gennaio, tuttavia, sarà difficile per il bitcoin recuperare", ha affermato.


Momento positivo per le azioni



L'S&P 500 ha chiuso il 2021 in rialzo del 26,89%. Sulla base dei dati storici, gli analisti chiedono principalmente un altro anno di rendimenti positivi, anche se forse non così alto come il 2021, secondo Tom Essaye, fondatore di Sevens Report Research " Immagino che le azioni possano aumentare, ma non mi aspetto un altro 27% all'anno nell'S&P 500, non credo che molte persone lo facciano", ha affermato Essaye " Mentre ci sediamo in questo momento, i fondamentali e lo slancio sono certamente positivi per le azioni "


Le ultime nove volte in cui l'S&P 500 ha registrato guadagni annuali superiori al 20% hanno portato a un risultato positivo per l'anno solare successivo, il che significa che ci sono buone probabilità che l'indice finisca il 2022 in positivo, ha affermato Colas.



Jessica Rabe, co-fondatrice di DataTrek Research, afferma che l'effetto di gennaio tende a iniziare all'inizio del mese. "L'S&P è in rialzo durante i primi 5 giorni di negoziazione durante la maggior parte degli anni e genera oltre il doppio del rendimento annuo degli anni rispetto a quando era negativo durante la prima settimana di negoziazione", ha scritto in un recente rapporto.



Nonostante l'inizio della sessione di martedì in verde, l'S&P 500 è stato scambiato in ribasso dello 0,24% da inizio anno alla chiusura del mercato il 4 gennaio 2022. Anche il bitcoin è sceso di circa il 4% da inizio anno.


La correlazione bitcoin



Il coefficiente di correlazione di bitcoin e S&P 500 era di 0,35 al 3 gennaio 2022, il che significa che i due asset si stanno muovendo più sincronizzati di quanto normalmente previsto. Un coefficiente di 1 significherebbe che le risorse si muovono insieme, un coefficiente di -1 significherebbe che si muovono in direzioni opposte.



Storicamente, la correlazione tra bitcoin e S&P 500 ha oscillato. Dopo il crollo di bitcoin nel 2018, il coefficiente è sceso fino a -0,22, secondo i dati di CoinMetrics. Durante la più recente svendita indotta dalla pandemia di marzo 2020, il coefficiente è salito fino a 0,4 .



La correlazione tra bitcoin e S&P 500 è in aumento da giugno 2021.




Bitcoin ha chiuso il 2020 in più del 300% in più. I maggiori guadagni del 2021 della valuta digitale sono stati un più modesto 60%. Grandi oscillazioni nei rendimenti annuali non sono una novità per l'asset digitale. Il token ha chiuso il 2018 con un calo di oltre il 72% prima di tornare nel 2019 a guadagnare oltre l'87%.

“La volatilità di Bitcoin? Quest'anno non se ne andrà", ha detto Colas.



L'area chiave da tenere d'occhio sarà la Federal Reserve, ha detto Essaye. È probabile che le aree speculative del mercato, come le criptovalute e le grandi azioni tecnologiche, risentiranno della pressione di tassi di interesse più elevati e del ritiro del sostegno federale, ha aggiunto.



"Per la prima volta dal 2018, entriamo nell'anno in cui la Fed aumenterà i tassi e rimuoverà gli alloggi", ha affermato Essaye. “E questo cosa fa ai mercati e all'economia? Questa è la domanda da un milione di dollari per il 2022".


2 visualizzazioni