• Leonardo Trincia

Celsius avvia una procedura fallimentare per "stabilizzare" la sua attività

Celsius Initiates Bankruptcy Proceedings to ‘Stabilize’ its Business

Celsius ha avviato una ristrutturazione finanziaria per "stabilizzare" la sua attività e ha presentato istanza di riorganizzazione ai sensi del capitolo 11 del codice fallimentare statunitense

Il prestatore di criptovalute in conflitto Celsius ha dichiarato bancarotta a seguito della notifica ai singoli regolatori statunitensi, seguendo i precedenti consigli dei suoi precedenti avvocati in tal senso.


Per attuare la ristrutturazione, Celsius ha detto mercoledì in ritardo che essa e particolari sussidiarie hanno presentato petizioni volontarie per la riorganizzazione ai sensi del Capitolo 11 del Codice fallimentare degli Stati Uniti presso il tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, secondo un post sul blog dell'azienda .


"Celsius ha avviato una ristrutturazione finanziaria per stabilizzare l'attività e massimizzare il valore per tutte le parti interessate", ha affermato il prestatore nel suo post. "Agire nel migliore interesse dei nostri stakeholder, inclusa la nostra intera comunità di clienti, è la nostra massima priorità".


La CNBC ha riportato per la prima volta la notizia citando una persona che ha familiarità con la questione.

Il prestatore ha affermato che intende "proporre un piano" per ripristinare l'attività sulla sua piattaforma.


Celsius ha interrotto i prelievi il mese scorso citando "condizioni di mercato estreme" come motivo per farlo. La maggior parte dell'attività dell'account sarà sospesa fino a nuovo avviso, ha affermato Celsius.


"Celsius non sta richiedendo l'autorità per consentire i prelievi dei clienti in questo momento", ha affermato. "I prestiti esistenti originati dalle affiliate di Celsius continueranno a essere assistiti mentre non è prevista l'emissione di nuovi prestiti" in questo momento.


È l'ultimo sviluppo per il prestatore che, al suo apice, aveva gestito circa 8 miliardi di dollari in prestiti crittografici con circa 11,8 miliardi di dollari di asset per circa 1.7 milioni di utenti a maggio.


Si dice che Celsius abbia resistito al consiglio dei propri avvocati di dichiarare bancarotta, sostenendo che il supporto degli utenti l'avrebbe aiutata a evitare del tutto il processo.


Il prestatore con sede nel New Jersey ha sostituito i suoi ex avvocati di Akin Gump Strauss Hauer & Feld LLP con quelli nuovi di Kirkland & Ellis LLP all'inizio di questa settimana. Anche Voyager, un altro prestatore in difficoltà, utilizza lo stesso studio legale.


Un ex gestore di criptovalute ed ex dipendente di Celsius ha anche citato in giudizio il prestatore per le accuse che l'azienda ha sottratto i fondi degli utenti per coprire le sue carenze nella sua attività di prestito. Si dice che quel manager sia costato a Celsius 61,2 milioni di dollari in liquidazioni, secondo i dati di Arkham Intelligence.


FONTE:https://blockworks.co/celsius-to-file-for-bankruptcy-imminently-report/

3 visualizzazioni