• Leonardo Trincia

Dati Bitcoin On-Chain: i miner depositano grandi quantità di denaro sugli scambi di derivati

Bitcoin On-Chain Data: Miners Deposit Big To Derivatives Exchanges


I dati on-chain mostrano che i minatori di Bitcoin hanno recentemente depositato ingenti somme in scambi di derivati, un segno che questi validatori di rete potrebbero proteggersi da potenziali cadute future.



Come sottolineato da un analista in un post di CryptoQuant , circa 4,3k BTC sono usciti dalle riserve dei minatori nelle ultime due settimane.


La “ riserva miner ” è un indicatore che misura la quantità totale di Bitcoin attualmente immagazzinata nei portafogli di tutti i minatori.


Quando il valore di questa metrica aumenta, significa che i minatori stanno trasferendo monete nei loro portafogli in questo momento. Tale tendenza, se prolungata, può essere un segno di accumulo da parte dei minatori e quindi può essere rialzista per il prezzo della criptovaluta.


D'altra parte, un valore più basso dell'indicatore implica che i minatori stiano ritirando le loro monete in questo momento. A seconda di dove stanno trasferendo, potrebbe essere neutro o ribassista per il prezzo di BTC.


Ora, ecco un grafico che mostra l'andamento delle riserve dei minatori di Bitcoin nelle ultime settimane:


Come puoi vedere nel grafico sopra, la riserva dei minatori di Bitcoin è diminuita di valore nelle ultime due settimane.


Questi prelievi dai portafogli dei minatori ammontavano a circa 4,3k BTC in totale. Il grafico contiene anche i dati per altri due indicatori, il secondo dei quali (il grafico in basso) mostra solo il flusso netto, che è semplicemente una misura del movimento netto attorno ai portafogli dei minatori (che naturalmente equivarrebbe alla diminuzione della riserva per questo periodo ).


Il grafico centrale ha le curve per il flusso dei minatori verso gli scambi derivati ​​e il loro flusso verso gli scambi spot. Sembra che la maggior parte dei trasferimenti durante il periodo non sia andata a segno, ma in derivati.


Ciò potrebbe suggerire che i minatori abbiano ritirato queste monete per coprire le loro posizioni contro qualsiasi potenziale calo del prezzo di Bitcoin e non per venderle.


Se questa è davvero l'intenzione dei minatori, l'ultimo calo delle loro riserve potrebbe non essere ribassista per il valore della moneta.


Nel momento in cui scriviamo, il prezzo di Bitcoin oscilla intorno ai 21,7 mila dollari, in aumento del 13% negli ultimi sette giorni. Nell'ultimo mese, la criptovaluta ha perso il 28% di valore.


Di seguito è riportato un grafico che mostra l'andamento del prezzo della moneta negli ultimi cinque giorni.





0 visualizzazioni