• Leonardo Trincia

Donazioni in bitcoin per aiutare l'esercito ucraino a combattere la Russia: $5 mln raccolti

Le donazioni di criptovaluta si sono riversate in un'organizzazione senza scopo di lucro che fornisce supporto ai soldati ucraini dopo che la Russia ha lanciato un attacco su larga scala contro l'Ucraina. Sono già stati raccolti più di 5 milioni di dollari in bitcoin. Nel frattempo, la pagina di raccolta fondi del gruppo su Patreon è stata bruscamente rimossa.



Una delle più grandi organizzazioni non governative (ONG) che forniscono supporto all'esercito ucraino, Come Back Alive, ha ricevuto oltre 5 milioni di dollari in donazioni di bitcoin dopo che la Russia ha lanciato un'offensiva su larga scala contro l'Ucraina.


Fondato nel 2014, il gruppo con sede a Kiev fornisce supporto ai soldati ucraini, inclusa una gamma di attrezzature militari, servizi di addestramento e forniture mediche.


Le donazioni all'indirizzo BTC elencato sul sito web dell'organizzazione sono aumentate vertiginosamente giovedì dopo che la Russia ha lanciato un attacco militare su vasta scala contro l'Ucraina. Nel momento in cui scriviamo, l'indirizzo del wallet ha ricevuto 131.78144015 BTC.


Un'analisi di tutte le donazioni all'indirizzo mostra che 2.207 donazioni per un totale di 126,04304091 BTC sono state ricevute dal 24 febbraio alla fine del 25 febbraio. Al prezzo attuale del bitcoin di $ 39.676,51 sulla base dei dati di Bitcoin.com Markets, le donazioni ricevute dal 25 febbraio. 24 valgono più di 5 milioni di dollari.


In confronto, il portafoglio ha ricevuto solo 1,60976481 BTC (76 donazioni) il 23 febbraio e 0,42272864 BTC (25 donazioni) il 22 febbraio.


Il capo scienziato e co-fondatore della piattaforma di analisi blockchain Elliptic, Tom Robinson, ha twittato giovedì: " Aumentano le donazioni di criptovalute a sostegno delle forze armate ucraine."


La criptovaluta viene sempre più utilizzata per finanziare la guerra, con la tacita approvazione dei governi", ha affermato la CNBC.


Elliptic ha anche fatto un'analisi sulle donazioni ricevute da Come Back Alive. L'azienda ha descritto che il 24 febbraio la ONG ha ricevuto oltre $ 675.000 in bitcoin e che entro le 9:30 del 25 febbraio aveva già ricevuto più di $ 3,4 milioni. Notando che oltre $ 3 milioni (80 BTC ) sono stati inviati da un singolo donatore, l'azienda ha scritto: "Questo spinge il totale che il gruppo ha raccolto in sole 24 ore a oltre $ 4 milioni".


L'organizzazione Come Back Alive ha iniziato ad accettare donazioni di bitcoin nel 2018. Le donazioni di BTC sono aumentate di recente, con quasi $ 200.000 ricevuti nella seconda metà del 2021, secondo Elliptic. All'inizio di questo mese, la piattaforma ha pubblicato un rapporto che mostra che le donazioni in risorse digitali a ONG e gruppi di volontari ucraini sono aumentate del 900% lo scorso anno.


Nel frattempo, la pagina di raccolta fondi di Come Back Alive su Patreon è stata rimossa dalla piattaforma.

Il direttore di Come Back Alive Taras Chmut ha detto alla CNBC in un'intervista che il gruppo ha ricevuto piccole somme per diversi mesi dalla sua pagina su Patreon, e poi oltre $ 300.000 sono arrivati ​​​​dopo che la Russia ha iniziato a invadere l'Ucraina.


Tuttavia, quando ha cercato di trasferire i soldi per pagare l'attrezzatura, ha scoperto che la pagina della sua organizzazione su Patreon era stata rimossa. Ha contattato la piattaforma che ha detto che stava esaminando il caso.


Un portavoce di Patreon ha detto alla CNBC: " Patreon non consente alcuna campagna coinvolta nella violenza o nell'acquisto di equipaggiamento militare, indipendentemente dalla loro causa."


Chmut ha affermato: "Abbiamo persone che muoiono perché non hanno giubbotti antiproiettile", aggiungendo che l'Ucraina non è un paese ricco e Come Back Alive ha aiutato i soldati a ricevere l'equipaggiamento di cui hanno bisogno.

3 visualizzazioni