• Leonardo Trincia

Fidelity si aspetta che più paesi acquisiscano Bitcoin

Fidelity si aspetta che più stati-nazione sovrani, o anche una banca centrale, acquisiscano bitcoin quest'anno. "Qui è in gioco una teoria dei giochi con posta in gioco molto alta, per cui se l'adozione di bitcoin aumenta, i paesi che oggi si assicurano alcuni bitcoin staranno meglio in termini competitivi rispetto ai loro coetanei", ha spiegato l'azienda



Fidelity Digital Assets, una sussidiaria di Fidelity Investments, ha pubblicato all'inizio di questo mese un rapporto sulle tendenze delle criptovalute e sul loro potenziale impatto futuro. Tra le tendenze discusse nel rapporto c'è l'adozione della criptovaluta da parte delle nazioni sovrane.


"L'anno passato ha visto alcune importanti mosse da parte dei governi mondiali per quanto riguarda le risorse digitali", ha descritto Fidelity. Il rapporto discute paesi come la Cina che hanno vietato la criptovaluta e paesi come El Salvador che hanno adottato l'approccio opposto e hanno reso BTC corso legale.



“Pensiamo che i due sviluppi osservati quest'anno non potrebbero essere più opposti. Il tempo dirà sicuramente quale percorso ha più successo", hanno affermato gli autori del rapporto. Tuttavia, hanno notato: " Un divieto assoluto sarà difficile da ottenere nella migliore delle ipotesi e, in caso di successo, comporterà una significativa perdita di ricchezza e opportunità."



Gli autori hanno continuato: "Pensiamo anche che qui sia in gioco una teoria dei giochi con posta in gioco molto alta, per cui se l'adozione di bitcoin aumenta, i paesi che si assicurano alcuni bitcoin oggi staranno meglio in termini competitivi rispetto ai loro coetanei", elaborando: " Pertanto, anche se altri paesi non credono alla tesi di investimento o all'adozione di bitcoin, saranno costretti ad acquisirne alcuni come forma di assicurazione."


Fidelity ha chiarito: "In altre parole, un piccolo costo può essere pagato oggi come copertura rispetto a un costo potenzialmente molto maggiore negli anni futuri". La società di investimento ha concluso: Non saremmo quindi sorpresi di vedere altri stati nazione sovrani acquisire bitcoin nel 2022 e forse anche vedere una banca centrale effettuare un'acquisizione. "


Il presidente di El Salvador, Nayib Bukele, ha anche previsto la scorsa settimana che altre due nazioni sovrane adotteranno bitcoin come moneta a corso legale quest'anno. Il CEO di Devere Group, Nigel Green, invece, è più ottimista. Si aspetta che altri tre paesi adottino BTC come moneta legale quest'anno.


2 visualizzazioni