• Filippo D'agostini

Gavin Andresen, ex sviluppatore di Bitcoin, pubblica la teoria del possibile futuro delle cripto

Il 21 settembre, l'ex sviluppatore di Bitcoin Gavin Andresen ha pubblicato un interessante post sul suo blog riguardante "un possibile futuro di Bitcoin". Il post descrive in dettaglio una situazione teorica per la rete Bitcoin nel 2061, in cui la maggior parte delle transazioni BTC non avviene sulla blockchain di Bitcoin stesso.

Uno sguardo teorico a $ 6 milioni di dollari per Bitcoin e l'anno 2061


Dopo la partenza di Satoshi Nakamoto da Bitcoin nel 2010, per alcuni anni, Gavin Andresen è stato considerato il responsabile della manutenzione del software dopo che Nakamoto gli ha lasciato le chiavi.

Nel 2011, l'altro sviluppatore di Bitcoin Mike Hearn ha affermato di aver ricevuto un'e-mail da Satoshi che diceva che l'inventore della blockchain "è passato ad altre cose", ma ha anche aggiunto: "È in buone mani con Gavin e tutti gli altri". Attualmente, Andresen non è più il manutentore principale e non è più uno sviluppatore attivo di Bitcoin Core da anni.


L'ex sviluppatore di Bitcoin scrive così nel suo ultimo post sul blog: "Immagina: è l'anno 2061, il prezzo di BTC è di sei milioni di dollari USA, pari a circa un milione di dollari nel 2021 a causa dell'inflazione. I minatori vengono premiati con 0,006103515625 BTC per blocco, oltre a commissioni di transazione di circa 5 BTC per circa 4.000 transazioni (7.500 dollari per transazione). Ma la maggior parte delle transazioni BTC non avviene sulla rete BTC.


Andresen: "La possibilità di zero bitcoin in circolazione sulla rete Bitcoin"


La teoria di Andresen potrebbe benissimo accadere e attualmente ci sono molti bitcoin (BTC) bloccati o utilizzati su altre blockchain. Dune Analytics mostra che il numero di BTC sfruttati tramite la blockchain di Ethereum è 269.642 BTC in sette diversi progetti. Il progetto Wrapped Bitcoin (WBTC) è al comando con un aggregato totale di 205.921 BTC.

Andresen continua il suo post teorico dicendo che le super balene si impadroniranno della rete per sempre.

"Queste balene manterranno per sempre la rete BTC", scrive Andresen. “Sono i minatori e i creatori di transazioni; a loro non importa quanto siano alte le commissioni di transazione, perché ricevono tante commissioni quante ne pagano. Nell'anno 2100, le balene notano che la ricompensa mineraria è praticamente zero e che ci sono sempre meno transazioni che avvengono sulla rete BTC perché è lenta, costosa e priva di privacy. Quindi decidono di semplificare e risparmiare denaro chiudendolo", aggiunge l'ex sviluppatore di Bitcoin.


Il post sul blog di Andresen continua:

Uno per uno, chiuderanno i "ponti" che spostano BTC tra le catene. Quindi bruceranno qualsiasi BTC bloccato sulla catena BTC inviandolo all'indirizzo 0x000..., per assicurarsi che nessuno possa mai spenderlo sulla rete BTC . Alla fine, non ci saranno nuovi BTC prodotti sulla rete BTC e zero BTC in circolazione sulla rete BTC . Non c'è più niente da fissare e la catena si ferma.



Cosa ne pensi del recente post sul blog teorico di Gavin Andresen sulla rete Bitcoin in futuro? Fateci sapere cosa ne pensate di questo argomento nella sezione commenti qui sotto.

5 visualizzazioni