• Leonardo Trincia

I servizi segreti statunitensi lanciano un hub di sensibilizzazione sulle criptovalute

I servizi segreti statunitensi hanno lanciato un hub di sensibilizzazione sulle criptovalute. La nuova piattaforma "presenterà le ultime novità del lavoro dell'agenzia nella lotta all'uso illecito delle risorse digitali e fornirà informazioni di sensibilizzazione del pubblico sulla sicurezza delle risorse digitali e su come garantire che rimangano sicure".

Il servizio segreto degli Stati Uniti ha annunciato la scorsa settimana di "aver lanciato un hub di sensibilizzazione del pubblico sulle criptovalute".


Istituito nel 1865 come ufficio del Dipartimento del Tesoro per reprimere la contraffazione diffusa, il Servizio Segreto è ora sotto il Dipartimento della Sicurezza Nazionale. Il suo sito Web afferma: "Abbiamo una missione integrata di protezione e indagini finanziarie per garantire la sicurezza dei nostri protetti, luoghi chiave ed eventi di importanza nazionale".


I dettagli dell'annuncio: " Il nuovo sito Web conterrà le ultime novità del lavoro dell'agenzia contro l'uso illecito delle risorse digitali e fornirà informazioni di sensibilizzazione del pubblico sulla sicurezza delle risorse digitali e su come garantire che rimangano sicure."


Jeremy Sheridan, vicedirettore dell'Ufficio investigativo dei servizi segreti, ha spiegato: "Il nostro obbligo di far rispettare i crimini contro i sistemi finanziari della nazione include sia informare il pubblico su come funzionano le risorse digitali sia collaborare con esse per identificare, arrestare e perseguire coloro che sono coinvolti in reati che coinvolgono risorse digitali”.


I servizi segreti lavorano in stretta collaborazione con il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti per indagare e "affrontare direttamente il motivo finanziario del crimine informatico attraverso sequestri di beni e altre azioni", aggiunge l'annuncio, elaborando: " Gli investimenti e le transazioni che utilizzano criptovalute e risorse digitali non sono intrinsecamente criminali, tuttavia offrono nuove opportunità per coloro che cercano di commettere frodi o nascondere in altro modo ulteriori attività illegali"




1 visualizzazione