• Leonardo Trincia

Il braccio di regolamentazione del mercato globale di Abu Dhabi presenta un documento per le crypto

La Financial Services Regulatory Authority (FSRA), un'autorità di regolamentazione del centro finanziario e della zona franca degli Emirati Arabi Uniti (UAE), l'Abu Dhabi Global Market (ADGM), ha pubblicato un documento di consultazione che propone modifiche ai regolamenti che regolano l'uso delle risorse virtuali



Un regolatore dell'Abu Dhabi Global Market (ADGM), un centro finanziario e una zona franca situata negli Emirati Arabi Uniti, ha presentato un documento di consultazione che propone modifiche al quadro normativo che regola l'uso delle risorse virtuali. Il documento propone anche modifiche significative al quadro dei mercati dei capitali degli Emirati Arabi Uniti.


In una dichiarazione rilasciata di recente , l'autorità di regolamentazione, l'Autorità di regolamentazione dei servizi finanziari (FSRA), insiste che le proposte mirano a rafforzare la posizione della piazza finanziaria nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA). Le proposte sono anche un tentativo dell'ADGM di rafforzare la sua posizione di leadership nel settore degli asset virtuali, suggerisce la dichiarazione.


Prima dell'ultimo documento di consultazione, l'ADGM era stata una delle poche giurisdizioni al mondo a regolamentare le risorse virtuali. Di conseguenza, dal 2018, quando è stato messo in atto il quadro normativo, la piazza finanziaria ha visto un aumento significativo del numero di società autorizzate che offrono servizi relativi agli asset virtuali. Al momento del rilascio del documento di consultazione, l'ADGM aveva 11 giocatori di asset virtuali in linea di principio con licenza e approvati, afferma la dichiarazione.


Pertanto, al fine di aiutare l'ADGM a mantenere la sua posizione di leadership, il documento di consultazione dell'autorità di regolamentazione propone modifiche ai requisiti su "uso, condivisione e riutilizzo delle chiavi pubbliche", nonché modifiche ai requisiti di informativa sui rischi. La FSRA vuole anche consentire ai gruppi regolamentati MTF/custodi all'interno dell'ADGM di condurre attività di token non fungibili (NFT).


Altrove nel documento, la FSRA propone di migliorare il proprio regime normativo per consentire offerte e quotazioni da parte di società petrolifere e minerarie. Il documento afferma inoltre che l'autorità di regolamentazione sta cercando di consentire a tali società di attrarre investitori durante le loro fasi di crescita offrendo migliori strutture di capitale e modi per raccogliere capitali.


Nelle sue osservazioni dopo la presentazione del documento di consultazione, Emmanuel Givanakis, amministratore delegato della FSRA, è citato in una dichiarazione che spiega le ragioni alla base del piano di modifica del regime normativo della piazza finanziaria. Lui ha spiegato:


“I significativi miglioramenti al nostro quadro dei mercati dei capitali fanno parte dell'obiettivo dell'FSRA di continuare a sviluppare il quadro normativo completo di ADGM per migliorare ulteriormente il vivace ecosistema di finanziamento di ADGM. Aiuterà a sostenere e rafforzare la crescita delle imprese che, a loro volta, contribuiranno alla crescita e alla diversificazione dell'economia di Abu Dhabi e dei più ampi Emirati Arabi Uniti, nonché della regione più ampia, fornendo al contempo una maggiore scelta di partecipanti e investitori".


Givanakis ha anche affermato che il quadro normativo dell'ADGM soddisfa già le esigenze di finanziamento delle aziende in diverse fasi della loro crescita e del loro ciclo di vita. Nel frattempo, nella dichiarazione, la FSRA ha affermato che il documento di consultazione sarà aperto ai commenti fino al 20 maggio 2022. A quel tempo, le risposte del pubblico devono tornare alla FSRA.

0 visualizzazioni