• Leonardo Trincia

Il CEO di Soros Fund: la recessione è inevitabile e le criptovalute sono qui per restare

L'amministratore delegato e chief investment officer di Soros Fund Management, Dawn Fitzpatrick, afferma che la criptovaluta è qui per restare ed è già diventata mainstream. Crede anche che una recessione sia inevitabile


Dawn Fitzpatrick, amministratore delegato e chief investment officer di Soros Fund Management, ha discusso della criptovaluta e dell'economia statunitense in un'intervista con David Rubenstein, andata in onda martedì su Bloomberg. Soros Fund Management è stata fondata nel 1970 da George Soros e dal suo ex socio in affari Jim Rogers.


A Fitzpatrick è stato chiesto del suo punto di vista sulle criptovalute. Facendo riferimento all'annuncio di Fidelity di consentire investimenti in bitcoin in conti pensionistici 401(k), ha risposto: " È qui per restare. Penso che sia diventato mainstream."


Il dirigente ha aggiunto: "L'unico avvertimento che direi è... l'impatto sul clima diventerà sempre più focalizzato, quindi, in quel contesto, penso che è probabile che ethereum acquisisca maggiore trazione rispetto a bitcoin".


Ha anche notato che "la tecnologia blockchain avrà delle ottime applicazioni".


Il capo di Soros Fund Management ha condiviso i suoi pensieri sui rapporti secondo cui l'economia statunitense si è ridotta nel primo trimestre di quest'anno. “Quando guardi a quel numero di PIL, penso che il punto davvero importante sia il motivo per cui si è ridotto è a causa delle importazioni nette, che erano negative, il che significa che stiamo importando molte merci dall'estero. E questo perché la domanda dei consumatori e delle aziende è solida. Quindi penso che ci sia un lato positivo nella lettura di quel numero di PIL”, ha spiegato.


Rispondendo alla domanda se pensa che una recessione sia in arrivo, Fitzpatrick ha detto: " Si discute molto su una recessione incombente e la conclusione è che una recessione è inevitabile. È questione di quando."


Riguardo all'elevata inflazione e all'aumento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve, l'esecutivo del Soros Fund ha dichiarato: “Non c'è dubbio che i tassi di interesse aumenteranno e la Fed si muoverà molto, molto rapidamente. Detto questo, i tassi di interesse al netto dell'inflazione sono ancora negativi, quindi la politica monetaria è ancora molto facile".


Ha concluso: “Non credo che eviteremo una recessione. Penso solo che sarà più lontano di quanto la gente si aspetti".


2 visualizzazioni