• Leonardo Trincia

Il CEO di Telegram Pavel Durov accenna all'integrazione Web3

Pavel Durov, CEO di Telegram, ha accennato a una serie di miglioramenti Web3 in arrivo alla popolare piattaforma di messaggistica. Durov ha parlato dei vantaggi che i nomi utente negoziabili e i collegamenti ai canali potrebbero avere in futuro, creando un mercato in cui gli utenti potrebbero utilizzarli nello stesso modo in cui vengono utilizzati gli indirizzi di Ethereum Name Service

Le aziende digitali stanno iniziando a vedere i vantaggi che Web3, NFT e i mercati digitali guidati dagli utenti potrebbero apportare alle loro operazioni. Pavel Durov, CEO di Telegram, uno dei servizi di messaggistica più popolari legati alle criptovalute, ha accennato all'integrazione di alcuni servizi Web3 nella piattaforma.


Durov ha esaminato il successo di una recente asta di nomi di dominio sulla rete TON in cui sono stati venduti più di 2.000 domini a prezzi fino a $ 260.000. TON è la piattaforma che Telegram ha abbandonato nel 2020 a causa di un ordine restrittivo richiesto dalla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti per la vendita di presunti titoli non registrati.


Durov ha dichiarato: " Se TON è stato in grado di ottenere questi risultati, immagina quanto potrebbe avere successo Telegram con i suoi 700 milioni di utenti se mettessimo all'asta nomi utente @ riservati, link di gruppo e di canale."


Nella suddetta asta, anche domini come bank.ton e casino.ton sono stati venduti a prezzi elevati.


La creazione di un mercato Web3 consentirebbe agli utenti che attualmente possiedono nomi utente Telegram di venderli a terzi interessati e ricevere pagamenti per questa proprietà digitale nello stesso modo in cui può essere venduto un NFT. Ciò potrebbe estendersi anche ai nomi di gruppi, le cui identità potrebbero essere acquistate da società o da terzi interessati. Inoltre, in questo mercato proposto potrebbero essere inclusi pacchetti di adesivi ed emoji.


Durov ha spiegato che questa iniziativa potrebbe essere costruita rapidamente sulla rete TON, poiché l'azienda ha già la conoscenza della struttura dei contratti intelligenti del sistema, dato che è stato originariamente progettato da Telegram. A proposito di questa possibilità, Durov ha spiegato: " Quando si tratta di scalabilità e velocità, TON ha probabilmente la migliore tecnologia per ospitare tali vendite decentralizzate … siamo propensi a provare TON come blockchain sottostante per il nostro mercato futuro."


Sebbene Durov non abbia offerto maggiori dettagli sull'argomento, ha affermato che questo aggiornamento potrebbe arrivare nelle prossime settimane. Telegram ha già integrato TON nella sua piattaforma, con la possibilità per gli utenti di inviare toncoin, la valuta della rete TON, via chat, dallo scorso maggio.



2 visualizzazioni