• Leonardo Trincia

Il terzo partito statunitense più grande chiama Bitcoin una "rivoluzione monetaria decentralizzata"

Third-largest U.S. party calls Bitcoin a ‘decentralized monetary revolution’


Le criptovalute come Bitcoin (BTC) sembrano ricevere un crescente sostegno tra i politici negli Stati Uniti, con il terzo partito politico più grande della nazione che esprime l'approvazione pubblica dell'attività digitale di punta, insieme all'ottimismo in termini di forza e futuro.

In effetti, il Libertarian Party degli Stati Uniti ha affermato che Bitcoin stava guidando "una rivoluzione monetaria decentralizzata" e che questa rivoluzione ha avuto il potere di scuotere i sistemi finanziari tradizionali in un tweet del 24 luglio.

Vale la pena notare che il Partito Libertario aveva precedentemente espresso sostegno per le criptovalute, riferendosi a Bitcoin come al "più grande strumento di libertà umana che l'umanità abbia mai creato", in un post sul blog del febbraio 2020 realizzato dalla sua filiale californiana.


L'autore, Marvin Byrd, che ha lavorato nella sicurezza informatica nel 2010 quando Bitcoin era agli albori, ha scritto nel post che ciò che ha dato alla prima criptovaluta il suo profondo valore di fondo era il fatto che: " “Bitcoin non ha proprietario, nessuna autorità centrale e non richiede terze parti fidate. Semplicemente NON ESISTONO”


Pertanto, secondo lui, nessun governo può chiudere Bitcoin, nessun proprietario può corrompere o rubare dal sistema e nessuna entità di cui fidarsi per utilizzare la risorsa digitale, rendendolo "il sistema più affidabile che sia mai stato creato".


La parte accetta anche donazioni effettuare in criptovalute tramite BitPay, che consente agli utenti di effettuare pagamenti in Bitcoin e altre principali criptovalute.


A proposito di donazioni, la California ha approvato a luglio una nuova legge che consente ai candidati politici degli uffici statali e locali di accettare contribuiti elettorali in criptovalute , dopo che è stata approvata dalla Commissione statale per le pratiche politiche eque.


È interessante notare che i membri del Partito Repubblicano sono stati anche accaniti sostenitori delle criptovalute, tra cui la senatrice repubblicana del Wyoming Cynthia Lummis , che ha creato un disegno di legge che integrerebbe le risorse digitali nel sistema finanziario americano e ha definito Bitcoin il " denaro più duro mai creato "


A maggio, i repubblicani alla Camera dei rappresentanti hanno introdotto una nuova misura che impedisce al Dipartimento del lavoro di limitare le alternative di investimento accessibili ai lavoratori nei conti pensionistici autodiretti. Inoltre, la legge consente agli americani di includere Bitcoin nei loro piani 401(k), se lo desiderano.


I legislatori repubblicani hanno anche utilizzato il congelamento dei conti bancari e delle criptovalute da parte del Primo Ministro canadese dei leader del Freedom Convoy 2022 per soffocare la protesta dei camionisti contro le restrizioni di Covid-19 per sostenere che le risorse digitali erano uno strumento per le libertà civili poiché non sono sogette a il controllo di qualsiasi ente governativo , come riportato da Finbold a febbraio.


Fonte; Finblod

1 visualizzazione