• Leonardo Trincia

La BCE è preoccupata per le crypto e la DeFi

The BCE is concerned about crypto and DeFi



Mentre i 19 paesi dell'Unione Europea che utilizzano l'euro devono affrontare una prospettiva economica cupa, i decisori europei sono preoccupati per il potenziale impatto negativo delle criptovalute e della finanza decentralizzata (DeFi) sulla stabilità finanziaria del blocco. Secondo Christine Lagarde, Presidente della Banca centrale Europea (BCE), dovrebbero intensificare il loro lavoro su un controverso progetto di regolamento.



Lagarde ha detto ai legislatori dell'UE, in un video diffuso da Reuters, che "l'attività dell'area dell'euro è frenata dagli elevati costi energetici, dall'intensificarsi delle interruzioni dell'approvvigionamento e dalla maggiore incertezza che colpisce in particolare il settore manifatturiero".


Allo stesso tempo, Lagarde sembra essere preoccupata per i rischi posti dai finanziamenti non tradizionali per la stabilità finanziaria dell'UE e attende con impazienza l'attuazione della proposta di regolamento sui mercati dei crypto-asset (MiCa), che deve fornire un quadro giuridico per i mercati dei crypto-asset per i 27 stati membri del blocco.


"Riteniamo, mentre ci stiamo imbarcando in questo lavoro sugli asset crypto e sul rischio che rappresentano, che gli asset crypto e la finanza decentralizzata abbiano il potenziale per rappresentare un rischio reale per la stabilità finanziaria", ha affermato."


Secondo Lagarde, questo rischio sarebbe particolarmente forte "se la rapida crescita dei mercati e dei servizi di criptovalute continuasse nella loro interconnessione sia con il settore finanziario che con l'economia in generale".


Il presidente ha affermato che "il consiglio generale dell'ESRB sostiene la necessità di una rapida adozione e attuazione" del MiCA, riferendosi all'organo di vigilanza finanziaria dell'UE, l'European Systemic Risk Board, che comprende rappresentanti della BCE, governatori delle banche centrali degli Stati membri e altri funzionari chiave.


Tra alcune delle sue disposizioni proposte, la bozza del MiCA propone di estendere la supervisione dell'UE sui cosiddetti "wallet unhosted", in quella che molti rappresentanti del settore hanno definito una misura sproporzionata e dannosa che potrebbe ostacolare lo sviluppo dell'industria crypto in Europa.


7 visualizzazioni