• Leonardo Trincia

La Borsa della Thailandia si sta preparando a lanciare uno scambio di asset digitali

La Borsa della Thailandia si sta preparando a lanciare uno scambio di asset digitali. Il presidente della borsa thailandese si aspetta che il regolatore delle criptovalute del paese, la Thai Securities and Exchange Commission (SEC), approvi il lancio "molto presto"


Il presidente della Borsa valori della Thailandia (SET), il dottor Pakorn Peetathawatchai, ha discusso dell'imminente scambio di asset digitali del SET in un'intervista con Bloomberg, pubblicata domenica.

Lui ha spiegato: " Ci aspettiamo che il nostro regolatore, la SEC, dia l'approvazione molto presto e speriamo di poter iniziare a operare nel secondo o terzo trimestre di quest'anno"


In Thailandia, la Securities and Exchange Commission (SEC) del paese è responsabile delle entità di licenza che desiderano offrire servizi crittografici, compresi gli scambi crittografici.


Il presidente della borsa valori thailandese ha spiegato in dettaglio: "Per la nostra borsa di beni digitali, ci concentreremmo su token di investimento e token di utilità: queste sono le cose che sono state molto richieste sia nei mercati locali che internazionali".


Ha aggiunto che gli investitori "vorrebbero investire in alcune di queste risorse digitali" e "utilizzare token di investimento o token di utilità come mezzo per raccogliere fondi".


Tuttavia, quando gli è stato chiesto se il nuovo scambio di asset digitali del SET offrirà il trading di criptovalute, ha detto che non lo farà. "La nostra forza è sempre stata negli strumenti di investimento, nei veicoli di investimento", ha aggiunto, elaborando: " Esamineremo un modo per connetterci agli scambi di criptovalute per convertire la criptovaluta in denaro fiat"


Commentando i rischi delle criptovalute, Peetathawatchai ha dichiarato: "Al momento, sia la Bank of Thailand che la SEC hanno lavorato insieme per esaminare queste aree... e penso sicuramente che elaboreranno una legge... in futuro .”


Ha continuato: "Quando guardi alla SEC, hanno lavorato molto duramente per educare gli investitori, divulgando molte informazioni sugli scambi di criptovalute e sulle criptovalute".


Il dirigente di SET ha aggiunto che la SEC ha lavorato con società quotate in Thailandia che vogliono entrare nel business delle criptovalute “per divulgare maggiori informazioni agli investitori, per vedere quali sarebbero gli effetti, quali sarebbero i benefici, quali sarebbero i rischi per questo nuovo business che le società quotate vorrebbero fare”.


La Thailandia ha recentemente allentato le sue norme fiscali sulle criptovalute, eliminando la tanto criticata ritenuta d'acconto del 15%. Inoltre, la banca centrale, la SEC e il ministero delle finanze hanno annunciato a gennaio che regoleranno le criptovalute come mezzo di pagamento.





0 visualizzazioni