• Leonardo Trincia

La Cambogia riafferma la posizione contro le attività non autorizzate legate alle criptovalute

Secondo quanto riferito, le autorità cambogiane hanno affermato che a nessuna società di criptovalute è stata ancora rilasciata una licenza commerciale e che lo svolgimento di attività legate alla criptovaluta nel paese è ancora illegale.

Il governo cambogiano non ha dato il via libera all'emissione o all'uso di alcuna criptovaluta nel paese, afferma un rapporto. Il rapporto, che cita un documento recentemente pubblicato dal Ministero delle Finanze e dell'Economia, afferma che è ancora illegale creare, distribuire o scambiare criptovalute in Cambogia.


Secondo un rapporto del China News Service , mentre il ministero ammette che l'industria fintech sta crescendo rapidamente, ha tuttavia ribadito che il divieto di lunga data del trading di criptovalute rimane in vigore. Come riportato in precedenza da Bitcoin.com News, le autorità cambogiane hanno annunciato nel 2018 che la circolazione o il commercio di criptovalute senza licenza era illegale.


All'epoca, le autorità avvertivano che le attività crittografiche potevano potenzialmente causare rischi per il pubblico e la società. La volatilità degli asset crittografici e la loro mancanza di supporto da parte di un asset sottostante sono alcuni dei rischi menzionati nella dichiarazione dell'11 maggio 2018. Mancanza di protezione dei consumatori, criminalità informatica e perdita di fondi a causa di pirateria informatica sono gli altri rischi menzionati nella dichiarazione.


In una nuova dichiarazione rilasciata congiuntamente con la Banca nazionale della Cambogia, la Commissione dei valori mobiliari e l'Agenzia nazionale di polizia, il ministero delle Finanze ha ribadito che a nessuna società di criptovalute è stata rilasciata una licenza commerciale.


Nel frattempo, il rapporto del China News Service ha rivelato che la Cambogia sta attualmente elaborando la sua politica di sviluppo fintech che, secondo il ministero delle finanze, garantisce che il paese tragga pieno beneficio dallo sviluppo di questa tecnologia emergente riducendo al minimo i rischi associati.

1 visualizzazione