• Leonardo Trincia

La National Bank of Georgia regolerà il settore crittografico del Paese

La National Bank of Georgia sta adottando misure per regolamentare il mercato delle criptovalute nel paese del Caucaso meridionale, ha rivelato il suo governatore in una recente intervista. Mentre le aziende del settore devono aspettarsi un regime di licenza, agli istituti finanziari è già stato vietato di fornire servizi relativi alle criptovalute


L'autorità monetaria della Georgia sta pianificando di introdurre regole per le operazioni nello spazio crittografico della nazione. Il regolatore finanziario ha redatto una nuova legislazione per raggiungere questo obiettivo, ha detto il governatore della banca Koba Gvenetadze a The Financial, un portale georgiano di notizie economiche.


La National Bank of Georgia (NBG) ha preparato gli emendamenti necessari in conformità con i requisiti del Gruppo intergovernativo di azione finanziaria sul riciclaggio di denaro ( GAFI ), ha sottolineato l'alto funzionario.


La banca sta inoltre ricevendo assistenza tecnica dal Fondo monetario internazionale (FMI) nello sviluppo del quadro normativo, ha aggiunto Gvenetadze. Citato dalla pubblicazione, ha elaborato: " I progetti di modifiche legislative in questa fase includono la registrazione e la licenza, i test di conformità e i requisiti di controllo AML per gli operatori del mercato delle criptovalute."


Mentre le regole per queste entità sono ancora in fase di definizione, le autorità georgiane hanno già introdotto misure che limitano l'esposizione delle società finanziarie tradizionali alle criptovalute decentralizzate. Gli è stato proibito di fornire servizi di cambio e trasferimento di valuta digitale, ha osservato Gvenetadze.


"Inoltre, le persone che svolgono attività relative alle risorse virtuali dovrebbero essere classificate dagli istituti finanziari come clienti ad alto rischio e dovrebbero essere soggette ad adeguate misure preventive rafforzate", ha affermato il governatore.


Alla richiesta di fornire una stima dell'attuale fatturato di criptovaluta nel paese, il capo della banca centrale ha osservato che poiché il settore delle criptovalute non è ancora regolamentato, le autorità georgiane non dispongono di dati recenti e accurati sulla sua dimensione.


Secondo un rapporto pubblicato dal Comitato di esperti europeo sulla valutazione delle misure antiriciclaggio e del finanziamento del terrorismo ( Moneyval) pubblicato a settembre 2020, il volume mensile delle transazioni di scambio di criptovalute in Georgia era compreso tra 3,5 e 5 milioni di lari georgiani (€ da 1 a 1,5 milioni di euro).

La spinta normativa ora arriva dopo che nell'ottobre dello scorso anno la NBG ha annunciato che lancerà una versione digitale della valuta fiat nazionale già nel 2022. L'autorità di regolamentazione della politica monetaria ha affermato che prevede di utilizzare la valuta digitale della banca centrale basata su blockchain ( CBDC) per facilitare le vendite al dettaglio.

4 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti