• Leonardo Trincia

La SEC sta indagando su Coinbase e sulla quotazione di alcune monete

The SEC is investigating Coinbase over its coin listings


La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti sta indagando su Coinbase per aver consentito in modo improprio il trading di diversi token che avrebbero dovuto essere registrati come titoli, secondo un rapporto di Bloomberg.


Coinbase è stato nel mirino del regolatore dopo che un ex dipendente e due dei suoi collaboratori la scorsa settimana sono stati arrestati per presunta frode telematica. La SEC ha presentato una denuncia parallela per presunto insider trading, su cui ha competenza se il presunto reato riguarda titoli. Ma l'indagine dell'applicazione della SEC su Coinbase precede l'indagine dell'agenzia che ha portato alle accuse di insider trading, secondo Bloomberg, che cita fonti anonime.


Coinbase ha rifiutato di commentare la possibile indagine esecutiva.


Il dibattito su quali criptovalute dovrebbero essere regolamentate come titoli è in corso da anni. Nell'ambito dell'insider trading case rivelato la scorsa settimana, la SEC ha fatto un passo coraggioso chiamando nove criptovalute, sette delle quali sono attualmente quotate da Coinbase.


In un posto sul blog del 21 luglio , Coinbase era fermamente convinto di non elencare i titoli. "Coinbase ha un processo rigoroso per analizzare e rivedere ogni risorsa digitale prima di renderla disponibile sul nostro exchange, un processo che la stessa SEC ha esaminato", ha scritto nel post Paul Grewal, Chief Legal Officer di Coinbase. "Ma invece di dialogare con noi sulle sette risorse sulla nostra piattaforma, la SEC è passata direttamente al contenzioso".


"Questo è l'esatto argomento per il quale abbiamo recentemente presentato una petizione per la regolamentazione alla SEC. In quella petizione, sottolineiamo la necessità di chiarezza sulla regolamentazione dei titoli crittografici", ha detto a The Block un portavoce di Coinbase.


Il presidente della SEC Gary Gensler ha a lungo sostenuto che molte criptovalute sono in realtà titoli non registrati, ma ha dovuto affrontare il respingimento del settore e del collega regolatore, la Commodity Futures Trading Commission, che ha chiesto una maggiore cooperazione tra le agenzie nella regolamentazione dell'industria delle criptovalute.



3 visualizzazioni