• Leonardo Trincia

La (SIBAN*), ha affermato che le criptovalute sono legittime e devono essere regolamentate

Il gruppo nigeriano di difesa della blockchain, la * Stakeholders in Blockchain Technology Association of Nigeria (SIBAN), ha affermato che le criptovalute sono legittime e devono essere regolamentate. Il gruppo aggiunge che qualsiasi regolamentazione del genere dovrebbe da un lato incoraggiare l'innovazione, ma dall'altro scoraggiare i cattivi attori.


Il gruppo nigeriano di difesa della blockchain, la Stakeholders in Blockchain Technology Association of Nigeria (SIBAN), ha implorato la Banca centrale della Nigeria (CBN) di riconsiderare la sua decisione di bloccare le entità crittografiche dall'ecosistema bancario. Il gruppo insiste sul fatto che "la crittografia è legittima" e successivamente ha avviato una campagna su Twitter per regolamentare le criptovalute.


Nella sua dichiarazione rilasciata esattamente un anno dopo l'entrata in vigore della direttiva CBN , il gruppo di advocacy ha invitato vari enti e ministeri del governo a fare la loro parte per garantire che le criptovalute diventino una classe di attività riconosciuta e regolamentata. La dichiarazione discute anche dei potenziali vantaggi della regolamentazione delle criptovalute.


“Oggi sosteniamo la parità di accesso ai servizi bancari e finanziari da parte dei fornitori di servizi di asset virtuali (VASP) senza discriminazioni in conformità con la Costituzione nigeriana, le leggi applicabili e in particolare le leggi nigeriane in materia di antiriciclaggio e lotta al finanziamento del terrorismo (AML/CFT ) regolamenti. Tra gli altri vantaggi, questo approccio aiuterà le indagini delle nostre forze dell'ordine, tra cui la polizia della Nigeria e la Commissione per i crimini economici e finanziari (EFCC)", ha spiegato SIBAN.


Tuttavia, con una mossa che potrebbe non piacere alla CBN, il gruppo di parti interessate ha suggerito che la Securities and Exchange Commission (SEC) della Nigeria, così come altre autorità di regolamentazione pertinenti, debbano essere incluse in qualsiasi tentativo di regolamentare le criptovalute secondo "i loro doveri statutari ai sensi del leggi della Repubblica Federale della Nigeria”.


Prima del 5 febbraio 2021, sia la SEC che la banca centrale sembravano supervisionare l'industria delle criptovalute, con la prima che aveva emesso una circolare che designava le criptovalute come titoli nel settembre 2020. Tuttavia, a seguito della mossa della banca centrale, la La SEC ha affermato di aver sospeso la sua circolare e di essere in trattative con la CBN.


La dichiarazione nel frattempo illustra ciò che SIBAN prevede deriverà dall'avere un settore regolamentato delle criptovalute. Spiega: " Le autorità di regolamentazione dovrebbero adottare un approccio normativo che incoraggi l'innovazione scoraggiando i cattivi attori, non tutti gli attori. Sebbene preoccupata per i rischi spesso associati alle criptovalute, il ruolo della regolamentazione non è quello di far scomparire i rischi, ma di gestirli in conformità con le migliori pratiche globali e in collaborazione con tutte le parti interessate, compresi gli attori del settore. "


La dichiarazione ha aggiunto che SIBAN si preoccupa anche "della protezione dei consumatori, della sicurezza degli investimenti e di un sistema finanziario sano e sicuro". Tuttavia, il gruppo, che si è offerto volontario per aiutare, insiste che "nessun regolatore al mondo può farlo da solo".

2 visualizzazioni