• Leonardo Trincia

Lee Jae-myung, Candidato presidenziale in Corea del Sud, si prepara a raccogliere fondi in cripto

Lee Jae-myung, nominato dal partito al governo in Corea del Sud per le imminenti elezioni presidenziali di questa primavera, si prepara a raccogliere fondi in criptovalute ed emettere token non fungibili per i sostenitori. La sua campagna spera che l'iniziativa attiri i giovani elettori coreani esperti di tecnologia il cui interesse per le risorse digitali è in crescita




Il Partito Democratico della Corea, la principale forza politica del paese, raccoglierà fondi elettorali attraverso criptovalute ed emetterà ricevute ai donatori sotto forma di token non fungibili ( NFT ), secondo quanto riferito dai media coreani. Il denaro sarà utilizzato per finanziare la campagna del candidato presidenziale del partito, Lee Jae-myung.



Bitcoin (BTC ), ethereum ( ETH ) e fino a tre altre criptovalute sono ora allo studio. L'elenco definitivo delle monete da accettare sarà annunciato a metà gennaio, svelato il comitato che gestisce la corsa di Lee, citato dal Korean Herald e dall'agenzia di stampa Yonhap.



I NFT conterranno le foto del candidato e le sue promesse elettorali a coloro che donano alla campagna di raccolta fondi per il voto presidenziale del 9 marzo. I token dovrebbero servire come nuovo mezzo di comunicazione con gli elettori più giovani, in particolare la generazione di nativi digitali . Il funzionario della campagna Kim Nam-kook ha spiegato: "Poiché le giovani generazioni tra i 20 e i 30 anni sono interessate alle tecnologie emergenti, comprese le risorse virtuali, le NFT e il metaverso, questo tipo di raccolta fondi potrebbe interessarle"


I rapporti rilevano che il Partito Democratico ha esplorato modi per accettare donazioni di criptovaluta ed emettere ricevute NFT per evidenziare la sua scommessa sulla tecnologia e attirare elettori millennial. Lee Kwang-jae, che dirige il comitato per l'economia futura nella squadra della campagna, ha affermato che al DP è stato detto dalla Commissione elettorale nazionale che non viola alcuna legge elettorale accettando le criptovalute.



Giovedì, il legislatore ha annunciato che inizierà lui stesso a prendere monete digitali dai sostenitori. "Con la politica, dovremmo infrangere i regolamenti e promuovere nuove industrie come il metaverso e la NFT e dare speranza ai giovani", ha insistito Lee Kwang-jae.



I funzionari del partito affermano che se l'iniziativa di Lee Jae-myung avrà successo, diventerà il primo candidato al mondo a emettere NFT come parte degli sforzi per finanziare un'offerta presidenziale. I token non fungibili, che rappresentano cimeli politici, potrebbero anche avere un valore futuro e servire come investimento per i donatori. Il denaro digitale donato verrà convertito in won coreani tramite uno scambio di criptovalute e quindi depositato sul conto della campagna.

1 visualizzazione