• Leonardo Trincia

Mastercard considera le criptovalute più una classe di attività che una forma di pagamento

Mastercard Views Crypto More as Asset Class Than Form of Payment


Mastercard considera la criptovaluta più una classe di attività che un mezzo di pagamento, secondo il direttore finanziario del gigante dei pagamenti. La strategia crittografica di Mastercard "ha avuto un discreto successo da quando sono emersi gli ambienti crittografici", ha aggiunto.



Sachin Mehra, Chief Financial Officer (CFO) di Mastercard, ha condiviso la sua opinione sulla criptovaluta in un'intervista pubblicata martedì da Bloomberg.


Gli è stato chiesto quanto successo abbia avuto la strategia crittografica di Mastercard. “Nel mondo delle criptovalute, svolgiamo il ruolo di rampa di accesso, con le persone che utilizzano i nostri prodotti di debito e credito per acquistare criptovalute. E agiamo come rampa di uscita: quando le persone vogliono incassare, le aiutiamo ad accedere per poter utilizzare i loro saldi crittografici ovunque sia accettata Mastercard", ha dettagliato, elaborando: " Questa è una capacità di generazione di entrate che ha avuto un discreto successo da quando sono emersi gli ambienti crittografici."


La società ha precedentemente spiegato che ha in programma di sviluppare prodotti e servizi in tre aree chiave relative alle criptovalute: criptovalute, stablecoin e valute digitali della banca centrale (CBDC).


A Mehra è stato inoltre chiesto quanta trazione possono ottenere le risorse crittografiche come vera forma di pagamento. "Affinché qualsiasi cosa sia un veicolo di pagamento nella nostra mente, deve avere una riserva di valore", ha risposto. "Se qualcosa oscilla di valore ogni giorno, in modo tale che il tuo caffè Starbucks oggi ti costerà $ 3 e domani ti costerà $ 9 e il giorno dopo ti costerà un dollaro, questo è un problema dal punto di vista della mentalità del consumatore".


Il direttore finanziario di Mastercard ha aggiunto: " Quindi consideriamo le criptovalute più come una classe di asset."


"Ma come strumento di pagamento, riteniamo che le stablecoin e le CBDC abbiano potenzialmente un po' più di pista", ha concluso Mehra.


A febbraio, Mastercard ha ampliato il suo servizio di consulenza incentrato sui pagamenti includendo la criptovaluta. Il servizio copre "una gamma di funzionalità di valuta digitale, dall'istruzione in fase iniziale, alle valutazioni del rischio e allo sviluppo di strategie crittografiche e NFT a livello di banca, alle carte crittografiche e alla progettazione di programmi fedeltà crittografici".


Il gigante dei pagamenti ha depositato 15 domande di marchio ad aprile per un'ampia gamma di servizi metaverse e non-fungible token (NFT). A giugno, la società ha dichiarato che sta portando la sua rete di pagamenti su web3 e NFT.


FONTE;BITCOIN.COM


2 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti