• Filippo D'agostini

Nuovo ATH per l'hashrate di BTC

Ieri, 10 dicembre 2021, la rete Bitcoin (BTC) ha registrato un aumento inaspettato del suo tasso di hash netto. Per la prima volta nella storia di Bitcoin (BTC), l'indice ha superato i 181 EH/s





In breve, raggiunge i 190 EH/s. Di conseguenza, ha superato i valori registrati alla vigilia del divieto di mining di criptovalute in Cina, che ha posto fine alla sua supremazia nel campo nel maggio 2021.



All'inizio di luglio 2021, l'hashrate di Bitcoin (BTC) ha raggiunto un minimo pluriennale di 84 EH/s. La principale criptovaluta ha impiegato cinque mesi per riprendersi completamente dall'attacco più mortale della sua storia.



Come menzionato da U.Today, la Cina ha adottato alcune misure anti-Bitcoin aggressive nel 2021. Dopo che il mining di Bitcoin (BTC) è stato vietato, ha reso illegali tutte le transazioni relative alle criptovalute e ha impedito alle banche di interagire con loro.


La Cina ha davvero interrotto l'estrazione di Bitcoin?


La maggior parte dei minatori e alcune società focalizzate sulle criptovalute si sono trasferite all'estero; Gli Stati Uniti, il Kazakistan, la Mongolia e la Federazione Russa sono le destinazioni principali.



Tuttavia, gli Stati Uniti hanno attratto la maggior parte dei "rifugiati", mentre altri paesi sono in ritardo con quadri normativi chiari per l'attività mineraria di Bitcoin (BTC).



Anche in Cina alcuni minatori continuano a lavorare in segreto. Inoltre, la Cina ha recentemente certificato ufficialmente VeChain, un prodotto basato su blockchain per l'uso nel mondo reale.

0 visualizzazioni