• Leonardo Trincia

Rischi geopolitici e preoccupazioni per l'Ucraina scuotono azioni, criptovalute e l'oro sale

Mercoledì, i mercati globali sono stati volatili poiché i funzionari ucraini hanno dichiarato lo stato di emergenza tra i timori di un'invasione russa. I principali indici di Wall Street hanno tremato durante le sessioni di trading della giornata e i mercati delle criptovalute sono scivolati di oltre il 4% durante il periodo di 24 ore. D'altra parte, il prezzo dell'oro è balzato dell'1,47% negli ultimi quattro giorni, salendo a 1.925 dollari l'oncia.


Mentre il mondo diventa teso per le questioni in corso tra Russia e Ucraina, i mercati azionari mercoledì hanno continuato a sanguinare più soldi. Secondo il Dipartimento di Stato americano, la Russia non si tira indietro e i funzionari ucraini hanno dichiarato lo stato di emergenza.


Parlando alla stampa, il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto che l'esercito russo è pronto ad avanzare. "Le forze russe continuano a radunarsi più vicino al confine e si mettono in una fase avanzata di prontezza ad agire e condurre azioni militari in Ucraina praticamente in qualsiasi momento", ha spiegato Kirby.

Gli investitori di tutto il mondo sono preoccupati per l'economia globale, le valute fiat deboli e le tensioni geopolitiche. " Se non altro, Putin sta puntando i piedi nonstante l'aumento delle sanzioni", ha detto alla stampa Michael James, l'amministratore delegato della società di investimento Wedbush Securities . Il dirigente di Wedbush ha aggiunto: " Questo si sta davvero aggiungendo a un elevato nervosismo per ulteriori azioni aggressive e cosa ciò significherà per le materie prime e l'inflazione in generale"


I principali indici di Wall Street hanno perso perdite significative nell'incertezza tra Russia e Ucraina. Standard and Poor's 500 (S&P 500) è sceso ai livelli più bassi degli ultimi otto mesi. Anche il Nasdaq e il Dow Jones Industrial Average hanno continuato a registrare vendite nel pomeriggio (EST).




Il Nasdaq ha chiuso la giornata a -344, il NYSE è scivolato di -196, il Dow è sceso a -464 e l'S&P 500 è scivolato a -79 alla campana di chiusura. Le azioni del settore informatico (IT) hanno perso il 2,6% durante la giornata.


Entro mercoledì sera (EST), dopo una breve volatilità durante la giornata, le 12.798 monete digitali all'interno della criptoeconomia sono scese del 4,7% rispetto al dollaro USA. L'economia delle criptovalute è scivolata a $ 1,71 trilioni con $ 78 miliardi di volume di scambi globali e le stablecoin stanno attualmente catturando $50 miliardi dell'attuale volume di scambi.


Mentre il bitcoin (BTC) ha toccato un massimo di $ 39.231,52 per unità mercoledì, entro le 22:00 (EST), il principale token crittografico ha scambiato mani sotto i $ 36.000 per unità. Mercoledì Ethereum (ETH) ha raggiunto un massimo di $ 2.752 per unità, ma è sceso sotto i $ 2.500 anche alle 22:00.


Mentre le azioni e i mercati delle criptovalute sono scivolati, il prezzo dell'oro in metallo prezioso continua a salire. Durante la sessione di negoziazione delle 22:00 di mercoledì sera, il prezzo dell'oro per oncia è stato scambiato per $ 1.925 per unità.



Quattro giorni fa, l'oro è stato scambiato in ribasso dell'1,47% con $ 1.897 l'oncia. Due giorni fa in Giappone, il prezzo del metallo prezioso è balzato al livello più alto di sempre e gli esperti ritengono che l'aumento sia dovuto al "rischio geopolitico e alle preoccupazioni per l'indebolimento dello yen".

0 visualizzazioni