• Leonardo Trincia

La SEC nomina le Crypto una priorità quest'anno

La Securities and Exchange Commission (SEC) ha elencato le criptovalute come priorità d'esame per i partecipanti al mercato quest'anno. "In questo momento di maggiore volatilità del mercato, le nostre priorità sono su misura per concentrarci su questioni emergenti, come le criptovalute", ha affermato un funzionario della SEC Division of Examinations



La Divisione degli esami della Securities and Exchange Commission ha pubblicato mercoledì le sue priorità annuali di esame. Le criptovalute sono tra le priorità principali evidenziate nel rapporto quest'anno.


La Division of Examinations conduce il National Exam Program della SEC, i dettagli del suo sito Web, aggiungendo che la sua "missione è proteggere gli investitori, garantire l'integrità del mercato e supportare la formazione responsabile del capitale attraverso strategie incentrate sul rischio".


Il presidente della SEC Gary Gensler ha spiegato che le priorità dell'esame identificano le aree di rischio chiave che la SEC si aspetta che i dichiaranti - inclusi consulenti per gli investimenti, broker-dealer, organizzazioni di autoregolamentazione e società di compensazione - "affrontino, gestiscano e mitighino con vigilanza".


Il direttore ad interim della Division of Examinations, Richard Best, ha commentato: " In questo periodo di maggiore volatilità del mercato, le nostre priorità sono mirate a concentrarci su questioni emergenti, come le criptovalute e le crescenti minacce alla sicurezza delle informazioni, nonché su questioni fondamentali che fanno parte della missione della SEC da decenni, come la protezione degli investitori al dettaglio."


Il rapporto Examination Priorities elenca cinque "aree di interesse significative" e "Tecnologie emergenti e risorse crittografiche" è una di queste. Altri sono fondi pensione; investimenti ambientali, sociali e di governance (ESG); standard di condotta; e sicurezza delle informazioni e resilienza operativa.


Per quanto riguarda le criptovalute, la SEC ha spiegato che "La Divisione condurrà esami di broker-dealer e RIA [consulenti di investimento registrati] che utilizzano tecnologie finanziarie emergenti per verificare se i rischi unici che queste attività presentano sono stati presi in considerazione dalle aziende durante la progettazione della loro conformità normativa programmi”. L'organismo di vigilanza sui titoli ha elaborato: " Gli esami dei partecipanti al mercato coinvolti con asset crittografici continueranno a rivedere gli accordi di custodia per tali asset e valuteranno l'offerta, la vendita, la raccomandazione, la consulenza e il trading di asset crittografici."


"Inoltre, la Divisione condurrà esami di fondi comuni di investimento ed ETF [fondi negoziati in borsa] che offrono esposizione a criptovalute per valutare, tra le altre cose, conformità, liquidità e controlli operativi sulla gestione del portafoglio e sul rischio di mercato", i dettagli del rapporto.




2 visualizzazioni