• Filippo D'agostini

Tesla informa la SEC che potrebbe reintegrare le transazioni in criptovalute

La società di auto elettriche di Elon Musk, Tesla, ha informato la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti in un documento trimestrale che potrebbe riavviare la pratica delle transazioni in criptovalute per i suoi prodotti e servizi. Tesla ha sospeso l'accettazione di bitcoin a maggio, citando preoccupazioni ambientali.


Tesla potrebbe riprendere ad accettare Bitcoin

Tesla Inc. ha presentato lunedì un rapporto trimestrale alla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti. La società ha spiegato che durante i nove mesi terminati il ​​20 settembre, ha "acquistato un totale di 1,50 miliardi di dollari in bitcoin". Nel suo rapporto sugli utili del terzo trimestre, il bilancio di Tesla mostra bitcoin per un valore di $ 1,26 miliardi, dopo aver segnalato danni relativi a bitcoin negli ultimi due trimestri.


Il deposito della SEC afferma inoltre che durante i tre mesi terminati il ​​31 marzo, Tesla "ha accettato bitcoin come pagamento per le vendite di alcuni dei nostri prodotti in determinate regioni, in base alle leggi applicabili". Tuttavia, la società ha osservato di aver "sospeso questa pratica nel maggio 2021". Tesla ha continuato:


Potremmo in futuro riavviare la pratica della transazione in criptovalute ("risorse digitali") per i nostri prodotti e servizi.


La società di auto elettriche, la cui capitalizzazione di mercato ha raggiunto per la prima volta 1 trilione di dollari questa settimana, ha spiegato di aver "sospeso gli acquisti di veicoli utilizzando bitcoin" a causa delle preoccupazioni "sul rapido aumento dell'uso di combustibili fossili per l'estrazione e le transazioni di bitcoin, in particolare il carbone, che ha le peggiori emissioni di qualsiasi carburante”.


Il CEO di Tesla Elon Musk ha quindi cercato di convincere i minatori di bitcoin a utilizzare l'energia rinnovabile. A maggio, ha parlato con i minatori di bitcoin nordamericani, dopo di che hanno formato un Bitcoin Mining Council per "promuovere la trasparenza sull'utilizzo dell'energia e accelerare le iniziative di sostenibilità in tutto il mondo".


A giugno, Musk ha twittato: "Quando ci sarà conferma di un ragionevole (-50%) utilizzo di energia pulita da parte dei minatori con una tendenza futura positiva, Tesla riprenderà a consentire le transazioni bitcoin".


All'evento "B Word" di luglio, ha dichiarato : "Sembra che Bitcoin si stia spostando molto di più verso le energie rinnovabili e un gruppo di centrali a carbone pesanti che venivano utilizzate sono state chiuse, specialmente in Cina". Ha aggiunto: “Voglio fare un po' più di due diligence per confermare che la percentuale di utilizzo di energia rinnovabile è molto probabilmente pari o superiore al 50% e che c'è una tendenza all'aumento di tale numero. In tal caso, molto probabilmente Tesla riprenderà ad accettare bitcoin”.

0 visualizzazioni