• Leonardo Trincia

Tesla vende Bitcoin per un profitto di $ 64 mln, registrando una perdita di $ 170 mln

Tesla Sells Bitcoin for $64M Profit, Still Posts $170M Impairment Loss

Tesla ha guadagnato milioni quando ha scaricato il 75% dei suoi bitcoin lo scorso trimestre, ma le regole contabili significano che ha comunque subito un duro colpo al suo bilancio



Il crollo dei prezzi dei bitcoin ha costretto Tesla a registrare una perdita di valore di $ 170 milioni insieme a solidi guadagni del secondo trimestre, che hanno visto un aumento del 42% delle entrate.

Tesla ha speso 1,5 miliardi di dollari per acquisire circa 43.200 BTC nel primo trimestre del 2021, secondo i dati di Bitcoin Treasuries. Nello stesso trimestre ha venduto il 10% dei suoi bitcoin per 272 milioni di dollari.

A quel tempo, il CFO Zach Kirkhorn ha commentato che l'investimento in bitcoin di Tesla era a lungo termine e quelle vendite erano solo un esperimento per dimostrare la liquidità e l'utilità del bitcoin come risorsa di riserva alternativa.

Ma la scorsa settimana, Tesla ha riferito di aver venduto il 75% dei suoi bitcoin nel secondo trimestre di quest'anno per 936 milioni di dollari.


"Come con qualsiasi investimento e coerentemente con il modo in cui gestiamo contanti e conti equivalenti a contanti basati su fiat, possiamo aumentare o diminuire le nostre disponibilità di risorse digitali in qualsiasi momento in base alle esigenze dell'azienda e alla nostra visione del mercato e delle condizioni ambientali, ", ha affermato la società in un deposito della SEC.


Le attività digitali sono considerate "attività immateriali a vita indefinita" secondo le regole contabili. Per questo motivo, Tesla deve valutare il suo bitcoin al punto più basso durante un trimestre e riconoscere una perdita se scende al di sotto del suo prezzo di acquisto.


Allo stesso modo, Tesla può riconoscere eventuali guadagni se vende le sue risorse digitali. Il produttore di veicoli elettrici ha registrato un guadagno di $ 64 milioni su alcune conversioni di BTC in valuta fiat nel periodo di sei mesi terminato il 30 giugno, quando il prezzo dell'asset era di circa $ 19.000.


L'analista di Arcane Research Vetle Lunde stima che Tesla abbia venduto 29.060 BTC a un prezzo medio di $ 32.209, lasciando la società con circa 9.700 BTC ($ 205,1 milioni) nel suo bilancio.


La vendita di bitcoin della società durante la crisi del mercato finanziario mostra che è stata costretta a gestire il rischio e raccogliere liquidità in un contesto di tassi di interesse in aumento, ha affermato Marcus Sotiriou, analista di GlobalBlock.


In ogni caso, Tesla vanta ancora la seconda scorta di BTC più grande di qualsiasi azienda pubblica, dietro la società di intelligence dei dati di Michael Saylor MicroStrategy, che attualmente detiene 129.698 BTC (2,74 miliardi di dollari).


Il CEO di Tesla Elon Musk, che è stato un sostenitore della criptovaluta, in una certa misura ha ricoperto una posizione influente sul movimento dei prezzi delle criptovalute lo scorso anno tramite i suoi tweet. I mercati sono stati spesso influenzati dai suoi commenti e hanno osservato da vicino gli acquisti di criptovalute di Tesla.


Bitcoin è in calo del 55% da inizio anno e l'ultima volta è stato scambiato a $ 21.100 all'1:15 ET di martedì, secondo i dati di Blockworks Research. Ma l'asset crittografico Bellwether potrebbe aver raggiunto il suo minimo macro a circa $ 18.000, secondo Varun Kumar, CEO di Hashflow.




"Escludendo eventuali shock esogeni al quadro macroeconomico, sembra improbabile che diminuisca", ha detto a Blockworks via e-mail. "Questo non vuol dire che non possa, ma le criptovalute sono in prima linea su altri mercati in termini di prezzo di una prospettiva economica globale estremamente negativa".


“Sospetto, quindi, che, come il mercato ribassista del 2018, andremo lateralmente e gradualmente verso l'alto fino a quando le condizioni macro non miglioreranno. E quando ciò accadrà, forse tra un anno, potremmo essere diretti verso un'altra corsa al rialzo".


Musk ha detto in una chiamata sugli utili la scorsa settimana che Tesla è aperta all'acquisto di bitcoin in futuro. "È solo che eravamo preoccupati per la liquidità complessiva dell'azienda, data la chiusura di Covid in Cina", ha aggiunto, osservando che la sua azienda non ha venduto nessuno dei suoi dogecoin.


FONTE; Blockworks


2 visualizzazioni