• Leonardo Trincia

Tesoro sudafricano sui regolamenti sulle criptovalute

Il Tesoro sudafricano afferma di aspettarsi che gli emendamenti alle leggi finanziarie del paese – che vedranno i fornitori di servizi di criptovalute inclusi come istituzioni responsabili – saranno finalizzati nel 2022.

Il Tesoro sudafricano ha affermato che si aspetta che le proposte di includere i fornitori di servizi di criptovalute come istituzioni responsabili all'interno della legge sul Financial Intelligence Center (FIC) saranno finalizzate quest'anno.


La mossa per regolamentare i fornitori di servizi crittografici arriva mentre il Sud Africa sta tentando di affrontare le "debolezze significative nei sistemi antiriciclaggio e controfinanziamento del terrorismo del paese" che sono state identificate dalla Financial Action Task Force (GAFI).


Nel suo ultimo documento di revisione del bilancio , il Tesoro sudafricano spiega che gli emendamenti proposti, aperti al pubblico dal giugno 2022, vedranno la legge FIC allinearsi agli standard stabiliti dal GAFI.

"Questa modifica affronterebbe le preoccupazioni relative al riciclaggio di denaro e al finanziamento del rischio terroristico attraverso criptovalute e allineerebbe l'atto agli standard stabiliti dal GAFI per le risorse virtuali e i relativi fornitori di servizi", ha affermato il tesoro nel suo documento di revisione del bilancio.


Le ultime osservazioni del Tesoro sulle criptovalute arrivano diversi mesi dopo che l'Intergovernmental Fintech Working Group (IFWG) ha pubblicato un documento di sintesi che chiedeva la regolamentazione delle criptovalute. Tuttavia, come riportato all'epoca da Bitcoin.com News, l'IFWG ha insistito che questa chiamata non significava che stesse approvando le criptovalute.


Nel frattempo, il Tesoro ha anche rivelato nel documento di revisione del budget che si aspetta che le criptovalute vengano dichiarate prodotti finanziari ai sensi del Financial Advisory and Intermediary Services Act (FAIS). Questa dichiarazione, secondo il Tesoro, ha lo scopo di tutelare i consumatori. Il documento spiega: " Secondo questa dichiarazione, qualsiasi persona che fornisce consulenza o servizi di intermediazione relativi alle criptovalute deve essere riconosciuta come fornitore di servizi finanziari ai sensi della legge e deve rispettare i requisiti della legge. Ciò includerà scambi e piattaforme di criptovalute, nonché broker e consulenti. Questo lavoro dovrebbe essere completato nel 2022."


Oltre alla modifica delle leggi vigenti, il documento di revisione afferma che è in corso anche il lavoro per regolamentare le risorse crittografiche ai sensi dei regolamenti sul controllo degli scambi del paese del 1961.

Per quanto riguarda le stablecoin, il documento afferma che nel corso dell'anno l'IFWG pubblicherà anche un documento di follow-up incentrato sui rischi posti dagli asset. Il documento rivela anche che il Tesoro sudafricano sta esplorando modi "per regolamentare il mining di criptovalute ad alta intensità di elettricità" che afferma "è dannoso per l'ambiente".

1 visualizzazione

Post recenti

Mostra tutti