• Filippo D'agostini

VeChain è stato aggiornato al meccanismo di consenso Proof of Authority 2.0

La rete VeChain ha appena aggiornato il suo meccanismo di consenso dei blocchi rendendolo di fatto "più ecologico".


Il 16 novembre, VeChain ha raggiunto un'importante pietra miliare nei suoi sei anni di storia aggiornando la sua mainnet VeChainThor alla prima fase dell'algoritmo di consenso Proof of Authority (PoA) 2.


VeChain è un sistema di tracciamento della catena di approvvigionamento lanciato nel 2015 che combina il tracciamento fisico con la registrazione blockchain.


PoA e Evidence of Stake (PoS) differiscono da Proof of Do the Job (PoW) in quanto non richiedono il mining per ottenere il consenso di rete. PoA ottiene il consenso verificando l'identità di un utente, mentre PoS lo fa immettendo monete sulla rete.


La rete VeChain funziona solo con 101 nodi. Meno nodi riducono il decentramento, ma aumentano la velocità e l'affidabilità della rete. Questo tende ad essere preferito per applicazioni commerciali e industriali. Per fare un confronto, Bitcoin ha attualmente 13.244 nodi mentre Ethereum ne ha 2.701.


Un altro vantaggio è che PoA utilizza meno energia ed emette pochissimo carbonio. VeChain suggerisce che il nuovo aggiornamento è "il consenso più verde al mondo per guidare l'adozione di massa".


Secondo l'annuncio ufficiale, l'aggiornamento include tre componenti principali.

La prima è la Verifiable Random Function (VRF), che assegna in modo sicuro e casuale i nodi per generare blocchi o elaborare transazioni, rendendoli immuni alla corruzione.

Il secondo è un processo di produzione di blocchi convalidato dal comitato che riduce notevolmente la probabilità di ramificazioni di rete. Il fork può causare ritardi e rallentare il throughput della rete.

Il terzo componente è un processo per convalidare la finalità del blocco passivo. Ciò garantisce che i nuovi blocchi vengano completati anche se tutti i nodi della rete non sono sincronizzati.


Aggiornamento da PoA 2. L'interfaccia mira anche a migliorare la scalabilità, la sicurezza e il throughput nella mainnet di VeChainThor.


Nell'annuncio, il team di VeChain ha affermato che l'approccio di scaling a catena relativamente libera (Floor), adattato al caso d'uso della sicurezza PoA 2, è necessario "per soddisfare i requisiti delle applicazioni blockchain in futuro e la crescente domanda globale".


Vari exchange, tra cui Binance e Crypto.com, hanno supportato l'hard fork di VeChain (VET), che è sceso di circa il 10% nelle ultime 24 ore.


11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti