• Leonardo Trincia

Victoria's Secret, è pronta a offrire i suoi prodotti nel metaverso.

Victoria's Secret, la rinomata azienda di lingerie firmata, ha depositato una serie di brevetti sui marchi che suggeriscono che l'organizzazione è pronta a offrire i suoi prodotti nel metaverso. L'annuncio è stato fatto da Mike Kondoudis, un avvocato di marchi, che ha affermato che queste azioni potrebbero essere il primo passo per l'azienda per presentare i propri prodotti utilizzando la tecnologia blockchain, segnalando l'uso di NFT




Un'altra grande azienda di moda sta volgendo gli occhi all'opportunità che il metaverso e l'uso degli NFT presentano alle imprese. Secondo quanto riferito, Victoria's Secret, l'azienda di lingerie di fama mondiale, ha mosso i primi passi verso l'offerta di servizi e prodotti legati al suo marchio nel metaverso. Come riportato da Mike Kondoudis, un avvocato in materia di marchi, l'azienda ha depositato tre domande di marchio relative all'uso del marchio nei mondi virtuali.


Una delle domande di marchio registra l'uso del marchio Victoria's Secret in: "Prodotti virtuali scaricabili, ovvero programmi per computer per la creazione e il commercio di oggetti da collezione digitali utilizzando protocolli di consenso basati su blockchain e contratti intelligenti, contenenti informazioni, foto, immagini, video, filmati registrati, momenti salienti ed esperienze nel settore della moda, abbigliamento, accessori moda e stile."


Ciò significa che la società potrebbe avere l'intenzione di offrire i suoi progetti come NFT su diverse piattaforme nel metaverso.


Sempre più marchi stanno ora esaminando le opportunità del metaverso e come portare lì i loro beni e servizi. Anche altre aziende di moda e abbigliamento come Ralph Lauren e Gucci stanno prendendo attivamente di mira il metaverso come uno dei loro mercati importanti. Gucci ha persino acquistato una quantità non rivelata di terreno in Decentraland, una piattaforma del metaverso, per offrire un'esperienza di moda virtuale per gli utenti di quel mondo.


Dolce e Gabbana è un'altra di queste aziende di moda che ha immerso i suoi piedi nella NFT e nel pool del metaverse. Il marchio ha venduto una collezione NFT a settembre, abbattendo all'epoca 5,7 milioni di dollari di ether.


Anche altre aziende non legate ai prodotti di moda stanno entrando nel metaverso. Proprio la scorsa settimana, McDonald's, uno dei principali franchise di fast food a livello globale, ha registrato dieci marchi che suggeriscono la creazione di ristoranti virtuali per offrire i propri prodotti nel metaverso.


3 visualizzazioni