• Leonardo Trincia

Airbnb offre alloggi gratuiti per 100.000 rifugiati

Airbnb conferma che sta cercando di supportare la criptovaluta. L'azienda si è anche offerta di fornire alloggi a un massimo di 100.000 rifugiati ucraini. Secondo l'Unione Europea, circa quattro milioni di persone potrebbero tentare di lasciare l'Ucraina a causa dell'invasione russa.



Il CEO di Airbnb, Brian Chesky, ha parlato martedì della criptovaluta e degli sforzi della sua azienda per aiutare i rifugiati ucraini in un'intervista con CNBC. Secondo il suo sito web, Airbnb ha circa 6 milioni di annunci attivi in ​​tutto il mondo, con oltre 4 milioni di host. Ci sono 100.000 città e paesi con annunci Airbnb attivi.


A Chesky è stato chiesto se Airbnb supporta le criptovalute poiché alcune persone in Ucraina stanno cercando di accettare pagamenti in criptovaluta dopo l'invasione della Russia. Lui ha risposto: " Airbnb lo è. Voglio dire, personalmente sostengo l'idea delle criptovalute, ovviamente. Penso che sia una tecnologia davvero interessante."


Ha continuato: "Sono andato su Twitter all'inizio dell'anno e ho chiesto a una community su Twitter se Airbnb può lanciare qualcosa nel 2022, quale sarebbe? La risposta numero uno è stata [di] aggiungere pagamenti in criptovalute, quindi ho un team che lo sta esaminando".


Pur chiarendo che Airbnb non ha ancora nulla da annunciare in merito ai pagamenti in criptovalute, il CEO ha sottolineato: " Stiamo assolutamente esaminando questo e specifico per questa crisi."


Notando che è improbabile che qualcosa di cripto venga implementato "così rapidamente", Chesky ha detto: "Quindi in questo momento siamo davvero concentrati sulla fornitura di alloggi per i rifugiati. Questo è ciò per cui ho mobilitato una squadra”.


Airbnb ha pensato alla criptovaluta da un po' di tempo. Nel suo prospetto depositato presso la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti nel novembre dello scorso anno, l'azienda ha nominato blockchain e criptovalute come alcune delle tecnologie che sta prendendo in considerazione.


Airbnb ha annunciato lunedì che offrirà alloggi temporanei gratuiti per un massimo di 100.000 rifugiati dall'Ucraina. Dall'inizio dell'invasione russa, secondo le Nazioni Unite, più di 600.000 civili sono fuggiti dall'Ucraina. L'Unione Europea stima che fino a quattro milioni di persone potrebbero tentare di lasciare l'Ucraina a causa dell'invasione russa.


"Abbiamo contattato i governi di Polonia, Germania, Ungheria e Romania e paesi anche a ovest di loro per offrire assistenza", ha spiegato il CEO di Airbnb.


“Ci siamo rivolti ai nostri ospiti. Abbiamo ottenuto finanziamenti e quindi siamo pronti ad ospitare fino a 100.000 rifugiati”, ha condiviso. “Francamente, possiamo ospitare tanti rifugiati quanti sono gli ospiti”.



1 visualizzazione