• Leonardo Trincia

Binance collabora con il Gulf Energy Development di Sarath Ratanavadi





Binance , il più grande scambio di criptovalute del mondo, ha collaborato con il Gulf Energy Development di Sarath Ratanvadi per esaminare la creazione di una piattaforma di scambio di asset digitali nel paese del sud-est asiatico.



Gulf Energy ha affermato che l'accordo con Binance è una risposta alla "rapida crescita" dell'infrastruttura digitale thailandese nel prossimo futuro, secondo la dichiarazione dell'azienda presentata lunedì alla borsa di Bangkok. Le due società studieranno la possibilità di stabilire uno scambio di criptovalute e attività correlate in Thailandia, ha affermato Gulf Energy.



Binance ha descritto la collaborazione come il "primo passo" nell'esplorazione delle opportunità in Thailandia. "Il nostro obiettivo è lavorare con il governo, le autorità di regolamentazione e le aziende innovative per sviluppare l'ecosistema di criptovalute e blockchain in Thailandia", ha affermato il portavoce dell'azienda.


Gulf Energy, uno dei maggiori produttori di energia della Thailandia, ha diversificato il proprio portafoglio con investimenti in energie rinnovabili, progetti autostradali e telecomunicazioni. La società in ottobre ha raggiunto un accordo con il gigante delle telecomunicazione di Singapore Singtel per sviluppare un'attività di data center in Thailandia. Sono passati mesi dopo che Gulf Energy ha acquisito altre azioni di Intouch Holdings, che possiede il più grande operatore di telefonia mobile della Thailandia.




Il legame di Gulf Energy con Binance segna la prima volta che la società si avventura nel settore delle criptovalute, il che serve a sottolineare la crescente popolarità delle risorse digitali tra i residenti del paese. A novembre, la più antica banca thailandese, la Siam Commercial Bank, ha annunciato di aver acquisito il 51% del capitale dell'exchange locale di criptovalute Bitkub per 17,85 miliardi di baht (538,7 milioni di dollari).



Il boom delle criptovalute ha anche attirato l'attenzione delle autorità finanziarie thailandesi che di recente hanno intensificato il controllo del nascente settore. La banca centrale della nazione ha dichiarato a dicembre che stava prendendo in considerazione regole che regolerebbero l'uso delle criptovalute come mezzo di pagamento. Si dice che la mossa abbia lo scopo di controllare i rischi che le risorse digitali potrebbero comportare per la stabilità finanziaria e fornire anche alcune tutele per gli investitori.



Binance ha già avuto problemi con il regolatore della Thailandia. Lo scorso luglio, la Securities and Exchange Commission della Thailandia ha presentanto una denuncia penale contro il gigante delle criptovalute per aver operato senza licenza. Il reato comporta una pena da due a cinque anni di reclusione e una multa fino a 500.000 baht. Binance ha affermato in precedenza che la piattaforma non ha sollecitato attivamente utenti in Thailandia.



Binance è stata fondata nel 2017 da Changpeng Zhao, che si chiama CZ, e dal collega cofondatore He Yi. Lo hanno integrato nel più grande scambio di criptovalute del mondo per volume di scambi, secondo la classifica di CoinGecko. Binance ha elaborato 2,3 trilioni di dollari di bitcoin e altre risorse crittografiche solo nel mese di dicembre, afferma il ricercatore di dati di mercato CryptoCompare.

0 visualizzazioni