• Leonardo Trincia

Bitcoin Cold Case: la storia del portafoglio dormiente con quasi 80.000 BTC da Mt Gox

Negli ultimi 11 anni, un misterioso portafoglio associato allo scandalo Mt Gox è rimasto inattivo e detiene oggi quasi 80.000 bitcoin per un valore di 3,7 miliardi di dollari. Mentre il portafoglio era un tempo il sesto indirizzo più grande alcuni anni fa, oggi è il nono portafoglio più grande in termini di bitcoin detenuti e i fondi non sono mai stati spesi dal primo deposito il 1 marzo 2011


Il 1 aprile, i rapporti affermavano che 6.800 bitcoin erano stati spostati dal portafoglio freddo di Mt Gox, ma in seguito il portafoglio è stato identificato come il portafoglio freddo di F2pool. Le affermazioni hanno portato a molte speculazioni e indiscrezioni sul cosiddetto trasferimento e persino a pochi resoconti sull'argomento da parte dei media, che sono stati successivamente corretti . Mentre lo scandalo Mt Gox i bitcoin detenuti dal fiduciario sono interessanti e tutti hanno aspettato anni per il rilascio di queste monete, alla fine i bitcoin dovuti ai ricorrenti verranno distribuiti e non è probabile che il trasferimento sposterà il prezzo.


La ragione di ciò è che, sebbene ci sia una buona quantità di bitcoin, verranno distribuiti a più possessori in tutti i tipi di frazioni e importi. Alcune persone potrebbero vendere e altre potrebbero detenere il bitcoin per un periodo di tempo più lungo. Tuttavia, c'è un altro portafoglio che è molto più inquietante ed è anche associato allo scambio di Mt Gox e alla sua caduta. Il portafoglio è noto come il portafoglio bitcoin "1Feex" e attualmente contiene 79.957,21 BTC per un valore di $ 3,7 miliardi. Il portafoglio non ha mai inviato bitcoin dall'indirizzo e ha ricevuto una grande quantità di transazioni di polvere da quando è stato creato il 1 marzo 2011.



La scorta di 80.000 BTC è nota per essere stata rubata da Mt Gox poiché l'ex CEO dell'exchange, Mark Karpeles, ha spiegato che si trattava di un noto destinatario di BTC rubati . "Questo indirizzo 1FeexV6bAHb8ybZjqQMjJrcCrHGW9sb6uF è noto come [il] destinatario di circa 80.000 BTC rubati da Mt Gox nel marzo 2011", scrisse Karpeles quattro anni fa. Anche se nessuno sa chi possiede "1Feex", il portafoglio potrebbe svegliarsi dalla dormienza in qualsiasi momento. In effetti, quest'anno si sono verificati due grandi risvegli quando migliaia di BTC rubati si sono spostati per la prima volta da anni.


Il 1° febbraio 2022, i bitcoin Bitfinex rubati sono stati trasferiti su un portafoglio sconosciuto e dopo 23 transazioni, il portafoglio conteneva circa 94.643,29 BTC . Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) ha rivelato una settimana dopo che le forze dell'ordine hanno sequestrato la cache di 94.643,29 bitcoin da una coppia con sede a New York . Sei giorni fa, il 29 marzo 2022, 11.325 bitcoin in movimento da wallet sconosciuti creati nel 2014, si sono spostati su un gran numero di indirizzi diversi. Si sospetta che i fondi, del valore di 540 milioni di dollari al momento del trasferimento, siano associati al furto di Cryptsy.


Anche il portafoglio bitcoin "1Feex" è stato discusso a metà luglio 2020 durante il processo Kleiman v. Wright. Quel mese è stato riferito che Craig Wright, l'uomo che afferma di essere Satoshi Nakamoto, avrebbe fatto inviare lettere al suo team legale sul portafoglio bitcoin "1Feex". Il 12 giugno 2020, l'ex CEO di Mt Gox, Mark Karpeles, ha twittato sulla lettera. Da quel momento, le discussioni sul portafoglio bitcoin "1Feex" sono svanite dalle luci della ribalta. Sette giorni dopo, dopo le discussioni su Twitter, gli specialisti della sicurezza bitcoin Wizsec hanno pubblicato un post completo sul blog riguardante il portafoglio bitcoin "1Feex".



Sebbene sia inferiore al recente hack bitcoin di Bitfinex, il BTC rubato nel portafoglio bitcoin "1Feex" è molto più grande della recente spesa bitcoin per furto di Cryptsy . Il famigerato portafoglio bitcoin "1Feex" è stato un mistero per anni e i fondi all'interno sono ora considerati i cosiddetti "bitcoin dormienti". Se questi bitcoin si spostano, saranno sicuramente catturati da parser onchain e team forensi blockchain e chiunque li muova sarà sospettato di essere coinvolto nella violazione di Mt Gox. Per ora, il 79.957,21 BTC rimane inattivo nel portafoglio dopo essere rimasto fermo per oltre 11 anni e fino ad oggi non è mai stato inviato un solo satoshi.

4 visualizzazioni