• Filippo D'agostini

Dopo l'inizio dell'anno debole di Bitcoin, gli analisti ora prevedono un aumento dei prezzi

Dopo un inizio anno difficile, bitcoin (BTC) sembra essersi stabilizzato questa settimana e alcuni analisti prevedono che i prezzi potrebbero essere destinati a salire.


Bitcoin è aumentato dell'1% da domenica dopo essere sceso di quasi il 12% nella prima settimana del 2022. Rispetto alla prima settimana del 2021, quando bitcoin ha guadagnato il 15% e scambiato sopra i $ 50.000, la mossa di questa settimana sembra piccola, ma gli esperti dicono che il mercato potrebbe puntare più in alto ora.


È probabile che i prezzi rimbalzino dal livello attuale di circa $ 42.000, anche se rimarranno all'interno della fascia $ 40.000- $ 60.000, ha affermato Gavin Smith, CEO di Panxora.


"Questo preparerebbe bitcoin per un movimento verso nuovi massimi nel corso dell'anno". "Prevediamo che il catalizzatore di questa mossa saranno i numeri di inflazione ostinatamente elevati accoppiati con una continuazione di tassi di interesse reali negativi".

Un tasso di interesse "reale" viene corretto per l'inflazione, quindi quando la cifra è negativa, significa che i prezzi al consumo stanno aumentando più velocemente dei rendimenti delle obbligazioni di riferimento. La dinamica, una funzione delle politiche monetarie estremamente accomodanti messe in atto dalle banche centrali di tutto il mondo, incoraggia l'assunzione di rischi poiché gli investitori stanno effettivamente perdendo valore detenendo obbligazioni e altri strumenti a reddito fisso.


Il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha dichiarato mercoledì che l'indice dei prezzi al consumo, l'indicatore dell'inflazione più monitorato della nazione, è aumentato del 7% a dicembre rispetto a 12 mesi prima, rispetto al 6,8% di novembre. Si tratta dell'aumento annuale più rapido dal 1982.


Mentre il bitcoin si è ripreso dopo essere sceso sotto i $ 40.000 lunedì, questo rimbalzo non è nulla per gli standard bitcoin, secondo Craig Erlam, analista di mercato senior di Oanda.


"Se bitcoin riuscisse a rompere i $ 45.500, potremmo vedere un altro forte movimento al rialzo mentre la convinzione inizia a crescere che dietro ci sia il peggio della disfatta", ha scritto Erlam in una newsletter quotidiana giovedì.


Attività di rischio o copertura contro l'inflazione?

L'indice del dollaro USA è sceso dello 0,97% negli ultimi cinque giorni, una mossa generalmente considerata rialzista per bitcoin e altri prezzi di asset denominati in dollari.


"Questo è certamente positivo per gli asset di rischio ed è diventato sempre più evidente che BTC rientra in quel secchio, almeno per ora", ha affermato Lucas Outumuro, capo della ricerca presso IntoTheBlock.


Bitcoin "di recente si è comportato più come un asset di rischio in mezzo alle incertezze del mercato", ha affermato Lennard Neo, capo della ricerca presso Stack Funds. "I mercati sono ancora divisi se BTC è una copertura inflazionistica o un'attività di rischio e, con l'attuale clima macroeconomico, ci si aspetta una maggiore volatilità a breve termine".


Secondo Jason Deane, analista di Quantum Economics, il bitcoin è visto come un asset a rischio o come una chiara copertura dall'inflazione dipende dalla geografia.


Nelle economie sviluppate, il bitcoin è considerato un asset a rischio e viene scambiato in base agli sviluppi macroeconomici, come l'inflazione e i programmi di stimolo delle banche centrali, secondo Deane. Nelle economie in via di sviluppo come Turchia, Brasile e Argentina, tuttavia, c'è un chiaro gioco di copertura dall'inflazione.


"Di conseguenza, la direzione non è chiara e per il momento ci aspettiamo movimenti imprevedibili e instabili in un intervallo ampiamente laterale", ha detto Deane.


Considerando il prezzo del bitcoin a lungo termine, Deane prevede una crescita, uno sviluppo e un'adozione continui su scala globale.


"Ad un certo punto questa diventerà la narrativa dominante e quasi sicuramente porterà a nuove scoperte sui prezzi in futuro", ha detto Deane.

1 visualizzazione