• Leonardo Trincia

Il co-fondatore di Bitmex prevede che l'oro aumenterà a $ 10.000, Bitcoin in marcia a $ 1 milione

Il 16 marzo, Arthur Hayes, il co-fondatore dell'exchange di criptovalute Bitmex, ha pubblicato un post sul blog chiamato "Energy Cancelled", che descrive l'economia dietro la guerra Russia-Ucraina in corso. Hayes spiega nel suo articolo di opinione di 26 minuti che gli storici potrebbero indicare il 26 febbraio 2022, come il momento storico in cui il "sistema monetario Petro Dollar / Euro Dollar" è terminato.



Ci sono state molte calamità economiche dall'inizio del conflitto Russia-Ucraina, poiché le condizioni finanziarie in tutto il mondo si sono inasprite e la Russia è stata sanzionata da un'ampia fascia di paesi. Analisti ed economisti ritengono che la guerra e le sanzioni potrebbero avere effetti negativi sull'economia globale e il 5 marzo il Fondo monetario internazionale (FMI) ha avvertito che "le conseguenze economiche sono già molto gravi". Pochi giorni dopo l'avvertimento del FMI, i legislatori statunitensi hanno presentato un disegno di legge che sanziona le riserve auree della Russia.


I rapporti indicavano il 13 marzo che il ministro delle finanze della Federazione Russa, Anton Siluanov, aveva spiegato che metà dell'oro e delle riserve estere del paese erano state congelate. “Questa è circa la metà di queste riserve che avevamo. Abbiamo un importo totale di riserve di circa 640 miliardi di dollari", ha affermato Siluanov. "Attualmente, non possiamo utilizzare circa 300 miliardi di dollari di queste riserve", ha aggiunto il ministro delle finanze russo.


Le dichiarazioni di Siluanov hanno portato a speculazioni su un sistema monetario e finanziario internazionale indipendente tra l'Unione economica eurasiatica (EAEU) e la Cina. Inoltre, molta vaghezza e confusione riguardo all'oro congelato del russo. Il giornalista Pepe Escobar sottolinea nel suo rapporto intitolato "Saluta l'oro russo e il petroyuan cinese", che c'è un mistero da risolvere. "Dov'è quell'oro russo congelato?" chiede il rapporto di Escobar.


Nel frattempo, il co-fondatore dell'exchange di criptovalute Bitmex, Arthur Hayes, ha pubblicato un post sul blog il 16 marzo, che tocca la cancellazione del più grande esportatore di energia del mondo e la fine del "sistema monetario Petro Dollar / Euro Dollar"



Il post sul blog scritto da Hayes è estremamente lungo, ma completo e pieno di dati di provenienza. Hayes sottolinea che gli storici probabilmente chiameranno il 26 febbraio 2022 la fine del sistema monetario controllato dal "Petro Dollar" e dall'"Euro Dollar".


Inoltre, Hayes ritiene che si verificherà una crisi finanziaria che si estenderà a tutti gli aspetti del sistema finanziario mondiale. "Sono sicuro al 100% che ci sarà una crisi finanziaria di proporzioni epiche, basata sulle perdite subite da produttori e commercianti di materie prime che toccano ogni aspetto del sistema finanziario globalizzato", spiega il post sul blog del co-fondatore di Bitmex. Hayes ha aggiunto: " Non è possibile rimuovere il più grande produttore di energia del mondo – e la garanzia che queste risorse di materie prime rappresentano – dal sistema finanziario senza gravi conseguenze inimmaginabili e non intenzionali."


Il post sul blog scritto dal co-fondatore di Bitmex descrive in dettaglio come gli Stati Uniti e il dollaro siano diventati una forza dominante nel mondo della finanza. Un tempo l'America era dominante nelle attività industriali e manifatturiere, ma Hayes afferma che in questi giorni "l'America esporta la finanza, non le merci, nel mondo su scala macro".


Hayes ha anche parlato di valute legali e di come gli esseri umani hanno escogitato modi per inviare "valore elettronicamente su reti digitali autorizzate centralizzate". Sebbene la rete di pagamenti SWIFT sia gestita da diversi paesi, Hayes insiste che SWIFT sia "efficacemente controllata dagli Stati Uniti e dall'UE".


Hayes spiega che ci sono vulnerabilità quando una nazione al potere "decide di bloccare l'accesso alla rete a tutti i partecipanti". Dice che il punto solleva la domanda: "Dovresti 'risparmiare' in risorse che viaggiano su questa rete monetaria digitale centralizzata e autorizzata?" Il post sul blog evidenzia che esiste un livello di fiducia dato che uno stato nazione non "espropria i tuoi 'risparmi'". Il post sul blog del fondatore di Bitmex aggiunge:" Ricorda questo, non possiedi nulla, semplicemente "affitti" il tuo patrimonio netto sia come individuo che come sovrano dall'entità che gestisce la rete monetaria digitale fiat centralizzata e autorizzata."


Più avanti nel post sul blog, Hayes afferma di ritenere che l'oro "sposterà di fase" molto più alto del prezzo di oggi. Crede che la concorrenza e la domanda "spingeranno l'ultimo prezzo marginale ben al di sopra di $ 10.000 e potremmo vedere prezzi stupendi per l'oro che sembrano insondabili".


Il salto dell'oro a $ 10.000 l'oncia o superiore "scioccherà psicologicamente" i mercati finanziari del mondo, osserva Hayes. Hayes crede fermamente che la maggior parte degli asset hard che le persone usano per la copertura aumenteranno alle stelle di valore e questo include bitcoin (BTC).


"Mentre l'oro supera i 10.000 dollari, il bitcoin marcerà fino a 1.000.000 dollari. Il mercato ribassista delle valute fiat attiverà il più grande trasferimento di ricchezza che il mondo abbia mai visto", spiega Hayes. Aggiunge che crede che sia l'oro che il bitcoin siano forme di denaro prezioso. "Entrambi sono soldi duri, uno è analogico (oro) uno è digitale (bitcoin)", scrive Hayes.


Verso la fine del post sul blog del dirigente Bitmex, descrive i pro ei contro legati all'immagazzinare ricchezza in oro e come può essere ingombrante da immagazzinare. "La maggior parte dei lettori non ha un caveau in un porto franco in cui riporre le proprie rocce gialle per animali domestici, invece, vorresti un deposito di ricchezza più trasportabile", afferma Hayes.


Hayes conclude il suo post sul blog ripetendo che "non puoi cancellare il più grande produttore di energia da un sistema monetario senza enormi ripercussioni". Deduce che dopo che la nebbia della guerra si sarà dispersa, l'economia "presenterà una situazione in cui gli strumenti di moneta forte governeranno tutto il commercio globale".


3 visualizzazioni