• Leonardo Trincia

Il governo indiano afferma che la banca centrale non ha in programma di emettere cripto

Il governo indiano ha detto al parlamento che non ha un piano per l'emissione di criptovalute che sarà regolamentata dalla banca centrale, la Reserve Bank of India (RBI). Il governo ha anche chiarito che la valuta digitale della banca centrale indiana (CBDC), che la RBI lancerà quest'anno finanziario, è "una versione digitale della tradizionale valuta cartacea".


Martedì il ministero delle finanze indiano ha risposto ad alcune domande a Rajya Sabha, la camera alta del parlamento indiano, in merito alla "criptovaluta RBI".


Il membro di Rajya Sabha Sanjay Singh ha chiesto al ministro delle finanze di affermare "se è un dato di fatto che il governo sta pianificando di introdurre una criptovaluta che sarà regolata dalla Reserve Bank of India (RBI)."


Pankaj Chaudhary, il ministro delle finanze, ha risposto: “No signore”.


Singh ha inoltre chiesto se il governo è consapevole del fatto che la criptovaluta "non è regolamentata e libera dall'intervento del governo".


Il ministro Chaudhary ha confermato: " Attualmente, le criptovalute non sono regolamentate in India."


Il governo indiano sta attualmente lavorando alla legislazione sulle criptovalute . Un disegno di legge sulla criptovaluta doveva essere presentato nella sessione invernale del parlamento ma non è stato ripreso. Ci sono rapporti secondo cui il governo sta attualmente consultando ampiamente sulla regolamentazione delle risorse crittografiche e avrà bisogno di più tempo a causa della complessità del problema.


Singh, membro di Rajya Sabha, ha chiesto al ministro delle finanze informazioni sulla rupia digitale su cui sta lavorando la RBI e prevede di emettere in questo anno finanziario.


"Qual è la differenza tra la criptovaluta RBI e la tradizionale valuta cartacea?" chiese.

Il ministro Chaudhary ha risposto: " RBI non emette criptovaluta. La moneta cartacea tradizionale ha corso legale ed è emessa da RBI in base alle disposizioni della legge RBI del 1994. Una versione digitale della moneta cartacea tradizionale è chiamata valuta digitale della banca centrale (CBDC)."


Il ministro delle finanze indiano Sitharaman ha dichiarato durante il suo discorso sul bilancio del 1 febbraio: "L'introduzione di una valuta digitale della banca centrale darà un grande impulso all'economia digitale. La valuta digitale porterà anche a un sistema di gestione delle valute più efficiente ed economico".


Commentando l'imminente lancio della rupia digitale, il primo ministro indiano Narendra Modi ha dichiarato : "La rupia digitale rivoluzionerà il settore fintech creando nuove opportunità e alleggerendo l'onere nella gestione, stampa e logistica del denaro".



1 visualizzazione