• Filippo D'agostini

Il professore universitario sudafricano esorta il Paese a "finalizzare la politica sulla cripto"

Un professore dell'Università di Johannesburg, Rabelani Dagada, ha esortato il Sudafrica a finalizzare la sua politica pubblica sulle criptovalute in caso il paese volesse diventare un hub di innovazione tecnologica.

La storia si ripeterà


In un parere pubblicato da Itweb, Dagada ha avvertito le autorità sudafricane che i continui sforzi per soffocare le criptovalute non raggiungeranno gli obiettivi prefissati. Aggiunge anche che i regolatori devono imparare dalla storia, che l'opposizione violenta a un'innovazione emergente non la ucciderà. Lui ha spiegato:


La tecnologia ha prevalso sull'opposizione violenta e regolamentare. Durante l'era della rivoluzione industriale, alcuni lavoratori in Gran Bretagna si ribellarono contro le aziende manifatturiere meccanizzate. Gli operai hanno intrapreso una guerra contro la tecnologia. Distrussero fisicamente macchinari di produzione, cotonifici e lanifici. Il risultato? Basta guardarci intorno.



Opporre resistenza alle criptovalute è un esercizio inutile


Sebbene le autorità sudafricane non si siano opposte violentemente alle criptovalute, si sono tuttavia rifiutate di consentire loro di diventare mainstream. Per illustrare questo punto, Dagada cita il rifiuto della Borsa di Johannesburg (JSE) di approvare la richiesta di Sygnia di quotare gli Exchange Traded Fund (ETF) di bitcoin.

Dagada insiste tuttavia sul fatto che se il JSE approvasse la domanda, il Sudafrica "diventerebbe un centro di innovazione delle criptovalute, soprattutto se si considera che il paese ha servizi finanziari più sofisticati di tutte le economie in via di sviluppo".


Tuttavia, Dagada sottolinea nel suo pezzo di opinione che le nuove tecnologie alla fine prevalgono sempre nonostante l'opposizione. Allo stesso modo, proprio come le tecnologie precedenti, le criptovalute, che sono un "prodotto di denaro e tecnologia", prevarranno allo stesso modo. Il professore universitario ha anche affermato che oltre ad essere un esercizio di futilità, la formalizzazione delle criptovalute funzionerà a favore del Sudafrica perché tali valute digitali "detengono molte tasse imponibili".


4 visualizzazioni