• Leonardo Trincia

Il proprietario di una Tesla Model 3 hackerata ha estratto fino a $800 estraendo Ethereum

Secondo il proprietario della Tesla Model 3 del 2018, Siraj Raval, ha estratto fino a $ 800 al mese in risorse crittografiche con la sua auto elettrica hackerata. Allo stesso modo, Chris Allessi, il proprietario di una Tesla Model S, ha collegato un Bitmain Antminer S9 al sistema elettrico della sua auto per estrarre bitcoin, e ha anche estratto monero con il computer interno dell'auto.



Questa settimana, due proprietari di Tesla hanno spiegato come hanno truccato le loro auto per estrarre valute digitali. Secondo Siraj Raval, ha collegato le unità di elaborazione grafica (GPU) alla sua Tesla Model 3 del 2018, al fine di estrarre risorse crittografiche con la sua auto. Mentre la modifica al sistema Tesla annulla la sua garanzia, Raval ha sottolineato che "ne vale la pena" e afferma di aver rastrellato $ 800 al mese in ethereum ( ETH ) durante i massimi dei prezzi dell'etere dello scorso anno.



Il rivenditore di auto elettriche del Wisconsin, Chris Allessi, ha iniziato a fare la stessa cosa nel 2018. Allessi ha armeggiato con idee come questa per un po' e gestisce un canale Youtube chiamato " K-Man Auto "che lavora su veicoli elettronici personalizzati. “Mi piace l'elettricità. Mi piace fare zapping, costruire cose. Tu mi dai un motore elettrico, io ti do un prodotto finito", ha detto Allessi alla CNBC l'8 gennaio.


https://www.youtube.com/user/KmanAuto Link del loro profilo YouTube


Allessi afferma di aver sfruttato un inverter di potenza e un Bitmain Antminer S9 e di averli collegati direttamente alla sua batteria di Tesla Model S per estrarre bitcoin ( BTC ). Inoltre, Allessi riferisce anche di sfruttare il firmware interno di Tesla per estrarre risorse crittografiche come monero ( XMR ). "Non è stato un grosso problema", ha detto Allessi durante la sua intervista. "Potrei eseguire il programma di mining all'interno del browser", ha ulteriormente osservato.


Raval ha anche violato il firmware interno della sua Tesla Model 3 per estrarre criptovalute e ha notato che il processo, insieme all'utilizzo delle GPU, era il metodo più redditizio. Allessi e Raval non sono gli unici ad aver pensato di minare asset digitali con un veicolo elettrico. Lo scorso giugno, la società canadese di veicoli elettrici Daymak ha rivelato l'intenzione di lanciare un'auto elettrica chiamata Spiritus in grado di estrarre criptovalute.



L'anno scorso, a gennaio, la pubblicazione PC Gamer ha riferitoche la BMW i8 di Simon Byrne potrebbe estrarre ethereum ( ETH ) con il sistema di batterie elettriche. L'auto di Byrne ha utilizzato un totale di sei GPU Nvidia RTX 3080 per estrarre la seconda risorsa crittografica leader. Secondo Byrne, ha hackerato la sua BMW i8 elettrica ibrida con i minatori di criptovalute "solo per infastidire i giocatori

2 visualizzazioni