• Leonardo Trincia

La domanda istituzionale nel mercato delle criptovalute è in continua evoluzione



La prima metà del 2021 è stato uno dei periodi più attivi mai registrati per la criptovalute, inaugurando nuovi massimi storici per i prezzi degli asset, l'adozione da parte degli utenti e l'attività di trading. Sulla scia di un breakout nella seconda metà del 2020, le criptovalute hanno consolidato il loro posto nel mainstream dei settori finanziari e tecnologici.



Non sorprende quindi che il mainstreamin delle risorse digitali abbia portato all'adozione di massa della criptovalute tra gli investitori istituzionali. Gli investimenti in criptovalute sono accelerati nella prima metà dell'anno, con la piattaforma di scambio di criptovalute Coinbase che ha registrato una crescita esponenziale negli investitori istituzionali che hanno effettuato transazioni di dimensioni record, eseguendo operazioni a nove e 10 cifre in asset di crittografici.


L'attività istituzionale di Coinbase conta ora oltre 9.000 istituzioni con circa 92 miliardi di dollari di asset sulla piattaforma. Nel frattempo, il volume degli scambi nell'attività istituzionale della borsa è stato di 317 miliardi di dollari nel secondo trimestre, con un aumento del 47% rispetto al primo trimestre; Il volume istituzionale comprendeva il 69% del volume totale degli scambi di Coinbase, rispetto al 64% del primo trimestre.


Negli ultimi mesi, Coinbase ha stretto partnership con leader del settore tra cui Elon Musk, PNC Bank, SpaceX, Tesla, Third Point LLC e WisdomTree Investments. Questo indica il grado in cui l'adozione delle criptovalute da parte degli istituzionali abbia portato molte organizzazioni a dare la priorità all'innovazione nelle risorse digitali per sfruttare maggiori opportunità.



A dire il vero, la criptovalute hanno visto una continua volatilità dei prezzi: la capitalizzazione di mercato totale ha iniziato l'anno a 769 miliardi di dollari, ha raggiunto il picco di 2,4 trilioni di dollari a maggio e ha chiuso il periodo a 1,4 trilioni di dollari, registrando un guadagno netto dell'86% alla fine del secondo trimestre. Ma con Bitcoin (BTC) ora un pilastro dei portafogli a lungo termine per molti clienti istituzionali, questi investitori sembrano essere più agili e sofisticati nel capitalizzare le opportunità nello spazio delle criptovalute.



Quando si osserva la maggiore agilità con cui le istituzioni si avvicinano al proprio portafoglio di criptovalute, un modo in cui si manifesta è il modo in cui utilizzano Coinbase Prime, una piattaforma di trading avanzata che consente anche agli utenti di gestire i propri asset di criptovalute in un unico posto. Quando gli investitori istituzionali sono entrati per la prima volta nel mercato, Coinbase Prime è stato utilizzato come piattaforma principalmente per acquistare, vendere e conservare criptovalute; Ora stanno anche utilizzando Coinbase Prime per finanziamenti, staking, dati e analisi per ottimizzare la loro attività di trading nel mercato delle criptovalute.



Avere una piattaforma completamente integrata che funge da sportello unico rende più facile per gli investitori entrare senza problemi nel mercato delle criptovalute per la prima volta. Il che arriva a una delle chiavi del motivo per cui c'è stata un'adozione di massa della criptovalute da parte degli investitori istituzionali: non solo le prestazioni e la resilienza di Bitcoin hanno convinto i partecipanti al mercato della fattibilità complessiva a lungo termine della criptovaluta, ma anche investire in essa è risultato più semplice.




La crescente domanda degli asset digitali da parte dei clienti ha fatto sì che molti gestori patrimoniali, banche e broker ora debbano fornire prodotti e accedere al mercato delle criptovalute. Questo è il motivo per cui Coinbase continua a vedere una crescita da questi segmenti di fornitori di servizi che cercano di integrare i clienti attraverso una solida piattaforma, che include una soluzione di custodia regolamentata dal Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York.


Coinbase Prime continua a costruire la sua infrastruttura per soddisfare le esigenze in evoluzione degli investitori istituzionali oltre al semplice acquisto, vendita e archiviazione di risorse digitali. Ad esempio, Coinbase Prime ora offre un'infrastruttura di staking come servizio per la prova delle attività di partecipazione e analisi dei dati di mercato e on-chain ; e supporto per centinaia di risorse, inclusi i principali token di finanza decentralizzata (DeFi).



E come broker algoritmico multi-sede in un modello di agenzia, Coinbase mette in competizione le principali sedi di liquidità per il commercio di un investitore. Infatti, Coinbase Prime esegue regolarmente ordini di dimensioni superiori a 1 miliardo di dollari per asset ad alta capitalizzazione.


Bitcoin, ovviamente, rimane una grande attrazione per le istituzioni: secondo i dati di Buy Bitcoin Worldwide, circa 40,1 miliardi di dollari in Bitcoin sono attualmente detenuti da 14 emittenti di fondi Bitcoin e gestori patrimoniali, che rappresentano il 4% dell'offerta di criptovalute. In totale, circa il 6% dell'offerta circolante di Bitcoin è stata accumulata da gestori patrimoniali e società.



Ma mentre gli investitori istituzionali cercano nuovi servizi e soluzioni attraverso Coinbase Prime, l'evoluzione del coinvolgimento delle istituzioni nello spazio degli asset digitali può essere vista nell'approccio fondamentale che stanno adottando per i loro portafogli di criptovalute: ad esempio, il 75% della copertura di Coinbase Institutional i clienti dei fondi ora possiedono più di BTC; di quel gruppo, il 75% possiede Ethereum (ETH) e il 50% possiede almeno cinque diverse criptovalute.



I clienti di Coinbase non stanno solo cercando di espandere le loro allocazioni di asset di criptovalute, stanno anche cercando di partecipare direttamente attraverso lo staking e l'accesso alla DeFi. La prossima evoluzione del mercato includerà probabilmente l'approfondimento della partecipazione istituzionale a derivati, futures, opzioni, swap, prodotti strutturati e l'impegno nel rapido sviluppo del mondo dei token non fungibili (NFT).


Continueremo a innovare la nostra soluzione su larga scala che integra ogni parte della catena del valore delle criptovalute in un'unica piattaforma e monitoriamo le prestazioni di tutte le sedi in cui operiamo per proteggere i clienti dai rischi di controparte e operativi in ​​criptovalute attraverso una vera intermediazione.

La frontiera delle criptovalute sta cambiando a un ritmo vertiginoso, senza mostrare segni di rallentamento. E poiché il processo di inserimento nel mercato delle risorse digitali è diventato molto più fluido, non vediamo l'ora di facilitare l'accesso a nuove ed emergenti opportunità per le istituzioni.

0 visualizzazioni