• Leonardo Trincia

La SEC rifiuta L'ETF Spot proposto da VanEck

La decisione dell'agenzia di negare il prodotto fisicamente supportato non è una sorpresa per molti osservatori del settore.

La SEC ha negato la proposta del gestore di fondi VanEck per un ETF bitcoin spot, secondouna divulgazione pubblicata venerdì . L'agenzia ha emesso la sua sentenza due giorni prima della scadenza del periodo di revisione di 240 giorni dell'agenzia, il 14 novembre.



"Siamo ovviamente delusi dall'aggiornamento di oggi dal rifiuto dell'approvazione della SEC del nostro ETF bitcoin fisico", ha detto a Blockworks il CEO di VanEck, Jan van Eck, in una e-mail. "Continuiamo a credere che gli investitori dovrebbero avere la possibilità di ottenere esposizione al bitcoin attraverso un prodotto di investimento regolamentato e che una struttura di ETF non futures sia l'approccio migliore".



La SEC ha notato nella sua lettera che il Cboe BZX Exchange, su cui sarebbero state negoziate le azioni dell'ETF, "non ha sostenuto il suo onere" che la proposta soddisfa i requisiti del Securities Exchange Act del 1934. Una sezione specifica della legge richiede che le regole di una borsa valori nazionale siano "progettate per prevenire atti e pratiche fraudolente e manipolative" nonché "per proteggere gli investitori e l'interesse pubblico", osserva la lettera della SEC.


Il 30 dicembre dello scorso anno il gruppo di fondi con sede a New York ha depositato la sua fiducia in bitcoin , che avrebbe investito direttamente in bitcoin. Una dozzina di altri prodotti simili si sono seduti accanto al fondo VanEck nella registrazione.



Poiché altri ETF bitcoin spot attendono l'approvazione, la SEC ha consentito a ProShares di lanciare un ETF futures bitcoin il 19 ottobre e un fondo simile di Valkyrie è arrivato sul mercato tre giorni dopo. Si prevede inoltre il lancio di offerte bitcoin basate su future di VanEck e Global X.



Sebbene l'ETF ProShares Bitcoin Strategy (BITO) sia cresciuto fino a quasi $ 1,3 miliardi di asset in gestione, alcuni osservatori del settore hanno affermato di aspettarsi che la domanda degli investitori per un prodotto bitcoin spot sia molto più elevata.



Un fiume di limatura per il futuro a base di bitcoin ETF è venuto in agosto, dopo SEC presidente Gary Gensler implicava duranteun virtuale foru nel mese di agosto che l'agenzia avrebbe favorito gli ETF archiviati in dell'Investment Company Act del 1940, che sono limitati a CME-traded bitcoin Futures contratti.

La sentenza della SEC sull'ETF VanEck non è stata inaspettata, secondo Lara Crigger, caporedattore di ETF Trends.



“Il commissario Gensler e altri alla SEC hanno chiarito che i futures bitcoin sono il loro strumento preferito, poiché i contratti futures sono una quantità nota che ha già un processo e un quadro normativo consolidati e hanno già le necessarie protezioni per gli investitori contro le frodi e manipolazione integrata", ha detto Crigger a Blockworks. "Spot bitcoin non ha nulla di tutto questo."



La SEC la scorsa settimana ha posticipato di 60 giorni la scadenza per prendere una decisione sul Valkyrie Bitcoin Fund proposto, dall'8 novembre al 7 gennaio 2022. Leah Wald, CEO di Valkyrie Funds, ha dichiarato a Blockworks in una e-mail che il ritardo non era sorprendente ed era in linea con le interazioni che l'azienda ha avuto con la SEC.



"Riteniamo che questo sia un passo positivo perché significa che l'agenzia si sta prendendo il tempo per deliberare e considerare completamente i meriti di un tale prodotto che arriva sul mercato", ha detto all'epoca.

Ma la SEC, che in precedenza aveva ritardato la sua decisione sulla proposta di VanEck, aveva raggiunto la fine del suo periodo di revisione di 240 giorni ed è stata costretta ad approvare o negare il prodotto entro il 14 novembre.

Il rifiuto da parte della SEC dell'ETF bitcoin proposto da VanEck non è stato una sorpresa per vari altri osservatori del settore.


È "estremamente improbabile" che la SEC approvi un ETF bitcoin spot nel 2021, ha previsto Todd Rosenbluth, capo dell'ETF e della ricerca sui fondi comuni presso CFRA, poco prima che la decisione fosse presa.


"La SEC continua a nutrire preoccupazioni per le frodi relative alla criptovaluta che difficilmente verranno alleviate a breve termine", ha detto a Blockworks. "Non ho una previsione su quando cambierà".






1 visualizzazione