• Leonardo Trincia

LUNA, UST aumentano dopo il voto del piano rilancio di Terra

Mercoledì il prezzo del token LUNA nativo della rete di TERRA e della stablecoin fallita terraUSD (UST) è salito sul mercato, dopo che il piano di rilancio della rete ha ufficialmente superato la votazione, con il 65% di voti a favore del piano. Una nuova blockchain di Terra dovrebbe essere lanciata venerdì 27 maggio.

A partire da mercoledì alle 14:45 UTC, LUNA è aumentata di quasi il 32% nelle ultime 24 ore a un prezzo di 0,000199 USD. Allo stesso tempo, UST, la stablecoin algoritmica fallita di Terra, è aumentata del 61% nello stesso periodo a 0,1067 USD.


L'account di Twitter di Terra, dopo la votazione, ha affermato: “Sta arrivando Terra 2.0. Grazie a un sostegno straordinario, l'ecosistema di Terra ha votato per approvare la Proposta 1623, chiedendo la genesi di una nuova blockchain e la conservazione della nostra community".


Il piano per rilanciare la blockchain è stato concepito dal co-fondatore di Terra Do Kwon e l'aspetto chiave è la creazione di una nuova blockchain con un nuovo token di governance, che sarà distribuito agli utenti colpiti dal crollo di Terra e di terraUSD (UST)


La ripartizione esatta per la distribuzione del nuovo token LUNA è stata condivisa oggi anche dall'account Twitter di Terra: " Dato che il piano ha ottenuto il via libera dalla maggioranza dei validatori della rete, la nuova rete di Terra dovrebbe essere lanciata venerdì di questa settimana, secondo la sequenza temporale del piano di rilancio di Terra di Do Kwon."


La vecchia catena da allora in poi sarà conosciuta come Terra Classic con il suo token Luna Classic (LUNC), mentre la nuova catena sarà semplicemente conosciuta come Terra, con il suo token di governance LUNA. Secondo il piano ufficiale, la nuova catena Terra sarà creata senza una stablecoin algoritmica.


Nell'aggiornamento di oggi, Terra ha anche affermato che sta lavorando a stretto contatto con gli exchange, inclusi Binance , Bybit "e molti altri", per garantire che gli utenti che detenevano token sugli exchange possano ricevere l'imminente airdrop.


Nel frattempo, Binance ha rilasciato oggi una dichiarazione, dicendo che sta "lavorando a stretto contatto con il team di Terra sul piano di rilancio, con l'obiettivo di fornire agli utenti interessati su Binance il miglior trattamento possibile".


Una dichiarazione simile è stata pubblicata anche dall'exchange Huobi, dicendo che "sostiene il lancio di LUNA 2.0 il 27 maggio".


In particolare, la nuova versione di Terra non sarà supportata da LIDO (LD0), un fornitore di liquid staking particolarmente popolare tra gli utenti di Ethereum (ETH). Il team di Lido su Twitter ha scritto: "A seguito di una discussione sul lancio di Lido su Terra v2, Lido DAO ha votato per NON supportare il riavvio di Terra",

Secondo la pagina di voto di Lido, quasi il 95% dei token LDO ha votato contro il sostegno al piano di rilancio.


In seguito alla notizia che Terra sta procedendo con una nuova blockchain, diversi membri della comunità crypto hanno espresso scetticismo. Un utente ha suggerito che gli exchange dovrebbero "rifiutarsi di listare" il nuovo token, altri lo hanno definito un "pio desiderio" che il nuovo denaro venga investito in un'altra blockchain di Terra.


Nonostante il piano di rilancio di Terra abbia passato il voto, sembra che non tutti i problemi di Terra siano ancora finiti.


Martedì il Wall Street Journal ha scritto che una "mancanza intrinseca di trasparenza" ha preoccupato molti investitori per come sono state spese le riserve che hanno sostenuto UST , mentre Terra Foundation Guard ha tentato di difendere il peg della stablecoin.


Tom Robinson, cofondatore della società di analisi blockchain Elliptic ha affermato: “Possiamo vedere i movimenti sulla blockchain, possiamo vedere i fondi spostarsi verso grandi servizi centralizzati. Non sappiamo le motivazioni alla base di questi trasferimenti e se li stessero trasferendo a un altro operatore o se stessero trasferendo i fondi sui propri conti su questi exchange".

6 visualizzazioni