• Leonardo Trincia

Nubank, sostenuta da Warren Buffett, lancia il trading di criptovalute: tiene in bilancio Bitcoin

Nubank, una delle piattaforme di digital banking più grandi al mondo, supportata da Warren Buffett, ha lanciato il trading di criptovalute. Partendo da bitcoin ed ether, la banca ha spiegato che i suoi 54 milioni di clienti possono "acquistare, detenere e vendere criptovalute dalla stessa app, senza bisogno di aprire nuovi conti o trasferire denaro"


Nubank, una delle più grandi piattaforme di digital banking al mondo, ha annunciato mercoledì che sta entrando nel mercato del trading di criptovalute. La banca serve circa 54 milioni di clienti in Brasile, Messico e Colombia.


I dettagli dell'annuncio: " La società ha lanciato oggi in Brasile un'esclusiva esperienza di trading di criptovalute in-app, offrendo inizialmente il trading di bitcoin ed ethereum a partire da BRL $ 1,00 (~US $ 0,20)."


Il nuovo servizio mira a consentire ai "clienti di acquistare, detenere e vendere criptovalute dalla stessa app Nubank, senza bisogno di aprire nuovi conti o trasferire denaro", ha spiegato la banca.


Prima di questo lancio, i clienti di Nubank potevano ottenere esposizione alle criptovalute attraverso fondi negoziati in borsa ETF e fondi offerti da Nuinvest, precedentemente noto come Easynvest.


La banca ha osservato che il nuovo servizio di trading di criptovalute "sarà gradualmente disponibile per i clienti in Brasile a partire da maggio 2022, raggiungendo l'intera base di clienti entro la fine di luglio 2022".

L'annuncio aggiunge che "Nubank farà frequenti cure" per offrire più criptovalute ai clienti. Inoltre, la banca "fornirà risorse educative ai clienti interessati alle transazioni in valuta digitale, per supportare decisioni di investimento informate".


Il trading di criptovalute di Nubank è gestito in collaborazione con Paxos, un fornitore di infrastrutture blockchain regolamentato che fungerà da provider di custodia e broker, secondo l'annuncio.


Charles Cascarilla, co-fondatore e CEO di Paxos, ha commentato: "La mossa di Nubank di entrare nello spazio del trading di criptovalute rappresenta una mossa strategica non solo per l'azienda ma per un'accelerazione dell'adozione della criptovaluta nella regione".


David Vélez, fondatore e CEO di Nubank, ha affermato: " Non c'è dubbio che le criptovalute siano una tendenza in crescita in America Latina, una tendenza che abbiamo seguito da vicino e crediamo avrà un impatto trasformativo sulla regione."


Oltre a lanciare il trading di criptovalute, Nu Holdings, la società madre di Nubank, ha annunciato di aver stanziato "~ 1% della sua liquidità di bilancio in bitcoin". La società ha dichiarato: " La transazione rafforza la convinzione dell'azienda nel potenziale attuale e futuro del bitcoin nel panorama dei servizi finanziari della regione."


Berkshire Hathaway di Warren Buffett è un attuale azionista di Nu Holdings. Secondo il suo ultimo deposito 13F presso la US Securities and Exchange Commission (SEC), le partecipazioni di Berkshire al 31 dicembre 2021 includevano azioni Nu Holdings per un valore di oltre 1 miliardo di dollari. Berkshire Hathaway ha anche investito 500 milioni di dollari in Nu Holdings nel giugno dello scorso anno, mesi prima che la società diventasse pubblica.


Buffett, però, ha recentemente affermato che non investirà in criptovalute perché non producono nulla. Nel frattempo, il vicepresidente del Berkshire Charlie Munger ritiene che le criptovalute siano "stupide e malvagie".





2 visualizzazioni