• Leonardo Trincia

Quando la SEC approverà un ETF Spot Bitcoin?

Il consenso degli osservatori del settore è che un ETF che investe direttamente nell'asset crittografico non raggiungerà presto il mercato statunitense








Sebbene il 2021 sia stato un anno durante il quale bitcoin ha raggiunto un prezzo record e ha visto un aumento della domanda da parte degli investitori istituzionali, le aspettative su quando la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti potrebbe approvare un ETF bitcoin spot non sono così rialziste.


Gli analisti di Bloomberg Intelligence Eric Balchunas e James Seyffart hanno scritto in una nota pubblicata la scorsa settimana che proponevano ETF che investirebbero direttamente in bitcoin "non hanno praticamente alcuna possibilità di approvazione della SEC a breve termine", date le preoccupazioni dell'agenzia per la mancanza di supervisione e il potenziale per il mercato manipolazione.




La previsione segue la smentita della SEC dell'ETF spot bitcoin proposto da VanEck, che è arrivato un paio di giorni prima della scadenza del periodo di revisione di 240 giorni per il prodotto.


"Il rifiuto della SEC dell'ETF spot Bitcoin proposto da VanEck, sebbene non ci sorprenda, sembra dipendere da una preoccupazione per i tecnicismi legali che trascurano il potenziale beneficio per gli investitori e i recenti miglioramenti nella trasparenza e sicurezza del mercato", hanno spiegato Balchunas e Seyffart.




La SEC ha osservato in una lettera del 12 novembre che il Cboe BZX Exchange, su cui sarebbero state negoziate le azioni dell'ETF VanEck, non ha soddisfatto i requisiti del Securities Exchange Act del 1934. Una sezione della legge richiede che una borsa valori nazionale sia " progettati per prevenire atti e pratiche fraudolente e manipolative”, nonché per proteggere gli investitori.



Cboe ha anche affermato nell'applicazione VanEck che il mercato dei futures bitcoin è significativamente ampio e regolato dalla Commodity Futures Trading Commission, soddisfacendo i criteri di sorveglianza della SEC.


"La SEC ha respinto questa nozione, affermando che gli attori potrebbero manipolare il mercato dei bitcoin spot senza scambiare futures CME o influenzarli", hanno aggiunto gli analisti di Bloomberg Intelligence. “Dire questo così presto dopo aver approvato gli ETF sui bitcoin futures ci sembra incoerente dato che i mercati spot e futures sono intrecciati; la manipolazione dei prezzi spot a sua volta influenzerebbe i futures”.



Neena Mishra, direttore della ricerca ETF per Zacks Investment Research, ha osservato che il presidente della SEC Gary Gensler ha menzionato la necessità di accordi di sorveglianza con piattaforme di trading di criptovalute, che sembra essere quasi impossibile nel breve termine.



"Resta da vedere se gli scambi come Cboe possono garantire quegli accordi di sorveglianza con alcuni dei più grandi scambi di criptovalute e se ciò soddisferebbe la SEC", ha affermato. "Non mi aspetto di vedere presto un ETF bitcoin fisico, ma spero di sbagliarmi."



La posizione della SEC non ha senso per molti, ha aggiunto Mishra, dato che gli ETF bitcoin spot vengono scambiati con successo in altri paesi. Purpose Investments, con sede in Canada, ha lanciato il primo ETF al mondo supportato da bitcoin con regolamento fisico a febbraio alla Borsa di Toronto. Il fondo ha raccolto $ 1 miliardo di attività durante il suo primo mese.



Una settimana dopo il rifiuto di VanEck, la SEC ha stabilito che ci sarebbe voluto più tempo per valutare se consentire il trading dell'ETF spot bitcoin proposto da Global X.



La SEC aveva ritardato l'ultima volta la sua decisione relativa all'offerta pianificata il 29 settembre, afferma un deposito normativo , e l'agenzia sta scegliendo di "avviare un procedimento" per determinare se approverà o disapproverà il prodotto.



Un portavoce di Global X ha rifiutato di commentare.


"Penso che la loro smentita sia stata piuttosto ferma e che abbia davvero rafforzato la tesi della SEC secondo cui non sono interessati a un ETF spot in questo momento", ha detto l'analista di Morningstar Bobby Blue a proposito del rinvio di Global X. "Le dinamiche di mercato potrebbero spingerli a farlo nel tempo, ma a questo punto non ne vedo uno nell'orizzonte di breve e medio termine".




Anche altri professionisti del settore ETF non si aspettano che la SEC autorizzi un prodotto del genere nei prossimi sei mesi circa.


Gensler continua a parlare della mancanza di regolamentazione nei mercati delle criptovalute, che secondo lui potrebbe sottoporre gli investitori di ETF bitcoin a frodi e atti manipolativi, ha affermato Nathan Geraci, presidente di The ETF Store. Un ETF bitcoin spot non arriverà fino a quando non ci sarà un quadro normativo crittografico in atto con cui la SEC è a suo agio, ha aggiunto.


"Gensler è stato chiarissimo nel messaggio che la SEC sarebbe stata aperta agli ETF future su bitcoin sotto determinati parametri e ha poi approvato quei prodotti esatti", ha detto Geraci a Blockworks. "Fino a quando non vedremo messaggi simili riguardanti gli ETF bitcoin spot, non trattengo il respiro sull'approvazione."



Il ProShares Bitcoin Strategy ETF (BITO), lanciato il 19 ottobre, è stato il primo prodotto basato su bitcoin futures negli Stati Uniti ed è cresciuto fino a $ 1,4 miliardi. Fondi simili lanciati in seguito da Valkyrie Investments e VanEck hanno circa $ 70 milioni in attività combinate, secondo ETF.com


Grant Engelbart, senior portfolio manager di Brinker Capital, ha affermato di chiedersi se la mancanza di crescita degli asset negli ETF futures bitcoin – a parte BITO – potrebbe influenzare il pensiero della SEC sulla domanda di un veicolo spot.



"La mia ipotesi sarebbe non prima della fine del 2022", ha detto Engelbart a proposito di un'approvazione spot di ETF bitcoin. “Gli emittenti continueranno a fornire prove evidenti della necessità di efficienza spot e di mercato e alla fine guadagneranno la fiducia della SEC, ma non sono sicuro che ci sia molta fretta dal punto di vista della SEC, specialmente dopo l'ondata di recenti approvazioni basate sui futures”.



Dave Nadig, CIO e direttore della ricerca per ETF Trends e ETF Database, ha affermato di prevedere un'approvazione spot dell'ETF bitcoin "al più presto dopo il midterm".



Sebbene il CIO di Bitwise Asset Management Matthew Hougan non abbia condiviso una tempistica specifica per quando si aspetta che un prodotto del genere sia autorizzato, ha detto che alla fine accadrà.



Bitwise ha fatto nuovamente domanda per lanciare un ETF il mese scorso che avrebbe investito direttamente in bitcoin. Il gruppo di fondi crittografici con sede a San Francisco aveva precedentemente presentato una richiesta di ETF bitcoin con supporto fisico nel 2019, ma ha ritirato la sua richiesta nel gennaio 2020 tra le preoccupazioni della SEC.


Dal 2013, quando è stata presentata la prima domanda di ETF bitcoin, la SEC ha posto buone domande sulla natura del mercato spot bitcoin, ha detto Hougan, aggiungendo che spera che l'ultima ricerca di Bitwise – pubblicata con il suo più recente deposito – risponda a queste domande.



"Ogni giorno ci avvicina all'inevitabile approvazione finale di un ETF bitcoin spot", ha detto Hougan a Blockworks. "Niente dalla disapprovazione di VanEck o da altre azioni recenti cambia questo."

2 visualizzazioni