• Leonardo Trincia

Russia: svelato uno schema Ponzi

Le forze dell'ordine russe hanno dato la caccia agli organizzatori di una grande piramide crittografica che prometteva rendimenti straordinariamente elevati. Lo schema Ponzi viene svelato dopo che un progetto simile ha frodato migliaia di investitori in Russia, nella regione e molto oltre


Funzionari del Servizio di sicurezza federale (FSB) e del Ministero degli affari interni della Repubblica russa del Daghestan hanno identificato persone sospettate di aver organizzato un'importante piramide finanziaria che offre alle vittime profitti fino al 500% all'anno sui loro investimenti in risorse digitali.


Secondo fonti citate dal quotidiano economico russo Kommersant, i sospettati sono rappresentanti del progetto Yusra Global, ha riferito Forklog. Oltre al Daghestan, l'entità fraudolenta aveva stabilito uffici in altre regioni russe, in Kazakistan in Asia centrale e in Turchia.


La pubblicazione rivela che le autorità hanno arrestato quattro persone a gennaio, tutti cittadini russi, che si ritiene siano dietro lo schema Ponzi. Inizialmente sono stati posti agli arresti per un periodo di due mesi. Gli imputati rischiano fino a dieci anni di carcere oltre a pesanti multe.


Gli autori della frode stavano gonfiando le quotazioni dei valori delle risorse digitali e pagando dividendi utilizzando i fondi investiti dai nuovi partecipanti alla piramide, secondo il rapporto dettagliato. Hanno distribuito il resto del denaro tra di loro e hanno acquistato immobili.


Stime preliminari suggeriscono che le perdite delle vittime ammontano a 1 miliardo di rubli, o più di 10 milioni di dollari secondo i tassi di cambio attuali al momento della stesura, ha rivelato il quotidiano russo.


La notizia dell'indagine su Yusra Global arriva dopo lo scorso anno, quando le autorità russe hanno probabilmente sventato la più grande truffa finanziaria del paese dalla famigerata piramide MMM negli anni 90.

Finko, anch'esso uno schema Ponzi che sfrutta la crescente popolarità delle criptovalute, è responsabile della perdita fino a $ 4 miliardi in totale. Il suo fondatore Krill Doronin – un influencer dei social media legato ad altre truffe in passato – e alcuni suoi complici sono stati arrestati.


Cittadini di Russia, Ucraina e altri paesi dell'ex spazio sovietico, degli stati membri dell'UE e degli Stati Uniti sono tra le persone che hanno inviato 800.000 depositi separati di criptovalute all'entità fantasma. La piramide, che aveva sede in un'altra repubblica russa, il Tatarstan, ha ricevuto bitcoin per un valore di oltre 1,5 miliardi di dollari in meno di due anni, secondo Chainalysis.

6 visualizzazioni