• Filippo D'agostini

Uruguay: la banca centrale ha rilasciato una tabella di marcia per la regolamentazione delle crypto

La Banca centrale dell'Uruguay ha rilasciato una tabella di marcia per la regolamentazione delle criptovalute in un futuro non troppo lontano. L'istituzione ha dichiarato di aver costituito un gruppo di esperti per esaminare il modo migliore possibile per regolamentare questi beni, considerandoli imprescindibili.


La Banca centrale dell'Uruguay suggerimenti sul regolamento sulle criptovalute


La Banca centrale dell'Uruguay ha rilasciato una dichiarazione sugli asset virtuali in cui descrive approssimativamente la roadmap che l'istituzione seguirà nel processo di regolamentazione delle criptovalute. La banca ha già creato una task force per esaminare come funziona il mondo crypto e, tenendo conto di ciò, ha creato un'idea concettuale di come questo mercato potrebbe presto essere regolamentato.

L'istituzione ha anche annunciato che durante il quarto trimestre del 2021 sarà coinvolta in colloqui con gli attori del settore nel paese con l'obiettivo di perfezionare le conoscenze su come funzionano queste aziende. Il comunicato sottolinea:


Nell'ultimo trimestre dell'anno sarà promosso il dialogo con gli operatori del settore e le relazioni con altri regolatori e organizzazioni internazionali… Tali scambi contribuiranno a perfezionare il quadro concettuale in un'ottica di raggiungimento di un approccio normativo che contribuisca alle finalità sopra indicate.


Con una visione già chiara del business delle criptovalute, la Banca Centrale dell'Uruguay proporrà modifiche alle leggi vigenti entro la fine di quest'anno, per meglio accogliere l'istituzione di nuovi regolamenti incentrati sulle criptovalute in futuro.



Raccomandazioni e consigli sulle criptovalute


La banca ha anche proposto alcune raccomandazioni per gli utenti di criptovalute, affermando che questi beni non sono considerati a corso legale nel paese come il peso uruguaiano, che è riconosciuto e sostenuto dall'istituzione. In considerazione di questa distinzione, la creazione di un quadro normativo per le criptovalute potrebbe essere molto diverso da quello approvato in El Salvador, dove il bitcoin è stato dichiarato a corso legale.


La banca centrale ha chiarito che le attività relative alle criptovalute non sono regolamentate da alcuna istituzione nel paese. Di conseguenza, nessuna delle protezioni che si applicano agli investitori regolari potrebbe proteggere i cittadini da truffe coinvolti negli investimenti di criptovaluta.


La banca consiglia alle persone interessate alle criptovalute di:


"Effettuare una valutazione esaustiva dei rischi assunti nell'operare con tali strumenti e adottare le necessarie precauzioni per mitigarli, tenendo conto che rendimenti elevati sono generalmente associati a rischi elevati."

2 visualizzazioni